Bradicardia cardiaca: che cos'è e come trattarla?

La bradicardia è una diminuzione della frequenza cardiaca (HR), accompagnata da una diminuzione della frequenza cardiaca. Un impulso è considerato normale, variando da 60 a 90 battiti al minuto. Se una persona ha una frequenza cardiaca inferiore a 60 unità, allora questa condizione è indicata dal termine "bradicardia". Tradotto dal greco, significa: bradys - slow and kardia - heart.

Come si manifesta un microstroke: sintomi e primi segni

Un microstroke o un attacco ischemico transitorio è una condizione associata a alterata circolazione del sangue nel cervello. Sorge sullo sfondo della carenza di ossigeno nel cervello e differisce dall'esteso ictus ischemico in quanto l'apporto di sangue all'organo è in grado di riprendere indipendentemente. Ma nonostante ciò, una tale deviazione patologica non può essere ignorata, poiché le sue conseguenze possono essere estremamente pericolose.

Cos'è l'emofilia: sintomi, cause e trattamento

L'emofilia è una patologia ereditaria del sangue caratterizzata da una maggiore tendenza al sanguinamento e alla lenta coagulazione di un fluido biologico. I fattori responsabili della coagulazione del sangue sono 8 e 9. Quando le mutazioni dei geni responsabili della loro codifica si sviluppano, l'emofilia si sviluppa. Il sangue non si coagula alla velocità desiderata, quindi una persona ha un'emorragia intensa anche dopo lievi ferite.

Cardiosclerosi: che cos'è e come trattare?

La cardiosclerosi è una patologia accompagnata dalla crescita e dalla sostituzione del tessuto connettivo miocardico con conseguente cicatrizzazione e compromissione del funzionamento del muscolo cardiaco. Tali cambiamenti possono portare allo sviluppo di varie malattie o alla morte. La sclerosi cardio è più suscettibile agli anziani e ai pazienti con una storia di CVD.

Palpitazioni cardiache: cause, diagnosi e trattamento

Palpitazioni cardiache o tachicardia - una condizione in cui la frequenza cardiaca (frequenza cardiaca) raggiunge 90 battiti al minuto e oltre. Tale deviazione può avere un'eziologia fisiologica e patologica, quindi è necessario essere in grado di interpretare correttamente questo sintomo. Quindi, se la tachicardia è diventata un evento frequente, disturbando una persona quasi ogni giorno, allora è tempo di prendere un appuntamento con un cardiologo.

Cause di endocardite, sintomi e metodi di trattamento

L'endocardite è un processo patologico in cui è interessato il rivestimento interno del cuore, così come le valvole aortiche e cardiache. Questa malattia è estremamente pericolosa non solo per la salute, ma anche per la vita umana. In caso di inizio ritardato del trattamento, le conseguenze possono essere molto gravi, tra cui lo sviluppo di insufficienza cardiaca, il blocco dei vasi sanguigni degli organi interni e l'insorgenza di malattie immunitarie.

Fibrillazione atriale del cuore: cause e metodi di trattamento

La fibrillazione atriale è una delle forme più comuni di disturbo del ritmo cardiaco. Un altro nome per patologia è la fibrillazione atriale. In presenza di questa malattia, una persona si lamenta di improvvisi attacchi di tachicardia. In questi momenti gli sembra che il cuore stia per "saltare fuori dal petto". A volte sono possibili altre sensazioni, come se il cuore si fermasse per alcuni secondi, dopo di che inizia a battere con una vendetta.

Tachicardia cardiaca: che cos'è e come trattare?

La tachicardia è chiamata battito cardiaco accelerato, di qualsiasi origine. Si verifica se la frequenza cardiaca diventa superiore a 100 battiti al minuto. In questo caso, il ritmo può rimanere corretto, cioè la durata degli intervalli tra le contrazioni del cuore è costante. Una condizione in cui un attacco di tachicardia inizia improvvisamente e termina altrettanto improvvisamente è chiamato tachicardia parossistica.

Tromboflebite degli arti inferiori

La tromboflebite degli arti inferiori è un'infiammazione della vena con formazione di un coagulo di sangue che rallenta il flusso sanguigno. La malattia ha conseguenze molto gravi, a volte portando alla morte. La tromboflebite si insinua silenziosamente e inosservata, mascherandosi da piccoli problemi alle gambe (dolore moderato, leggero gonfiore, arrossamento).

Angina - che cos'è? Cause, sintomi e trattamento

L'angina pectoris è una malattia cardiaca comune che, una volta progredita, porta a insufficienza cardiaca cronica e infarto miocardico. L'angina pectoris è spesso vista come un sintomo di lesioni dell'arteria coronarica - un improvviso dolore pressante dietro lo sterno che si verifica sullo sfondo di uno sforzo fisico o di una situazione stressante.

Malattia di Raynaud: cause, sintomi e trattamento, prognosi

Malattia di Raynaud - una malattia in cui viene disturbato l'afflusso di sangue arterioso alle mani o ai piedi. La malattia è di natura parossistica e di solito colpisce simmetricamente gli arti superiori. Le donne si ammalano più spesso degli uomini. Di norma, la sindrome di Raynaud è un fenomeno secondario che si sviluppa in varie malattie diffuse del tessuto connettivo (principalmente sclerodermia), danni alla colonna cervicale, sistema nervoso periferico (gangliopite), sistema endocrino (ipertiroidismo, disturbi diencefalici), arterite digitale, aneurisma artero-venoso, aneurisma e aneurisma del sistema endocrino. costole al collo, con crioglobulinemia.

Aritmia cardiaca: che cos'è e come trattare?

Aritmie del cuore - violazioni della frequenza, del ritmo e della sequenza delle contrazioni del cuore. Possono verificarsi con cambiamenti strutturali nel sistema di conduzione nelle malattie del cuore e (o) sotto l'influenza di disturbi vegetativi, endocrini, elettrolitici e altri disturbi metabolici, con intossicazione e alcuni effetti medicinali.

Insufficienza cardiaca cronica

L'insufficienza cardiaca cronica (CHF) è una condizione in cui il volume di sangue emesso dal cuore diminuisce per ogni battito cardiaco, ovvero la funzione di pompaggio del cuore diminuisce, causando la mancanza di ossigeno negli organi e nei tessuti. Circa 15 milioni di russi soffrono di questa malattia.

Aterosclerosi dei vasi cerebrali - sintomi e trattamento

L'aterosclerosi è una malattia pericolosa che colpisce i vasi sanguigni del cervello. Quando sul rivestimento interno delle arterie si formano focolai di depositi di colesterolo, provocano un restringimento del lume delle navi fino al completo blocco. Con un blocco che aumenta lentamente, i sintomi dell'arteriosclerosi cerebrale determinano il grado di insufficiente afflusso di sangue al cervello.

Vene varicose del bacino - sintomi e trattamento nelle donne

Le vene varicose del bacino nelle donne sono provocate da un fenomeno come la reiniezione di sangue attraverso la vena ovarica, che si verifica sullo sfondo della spremitura dei vasi sanguigni. Il fattore scatenante per lo sviluppo della malattia è la gravidanza, in particolare i cambiamenti ormonali osservati durante questo periodo e la crescente pressione dell'utero sui vasi pelvici.

Ictus emorragico cerebrale

Ictus emorragico - una forma clinica di accidente cerebrovascolare acuto (ONMK). Nell'85% dei casi, questa forma si sviluppa in violazione dell'integrità (rottura) dei vasi intracranici. E il 15% degli ictus emorragici è associato ad una maggiore permeabilità della parete vascolare. Secondo i medici, l'ictus emorragico è il tipo di ictus più pericoloso e grave, poiché è caratterizzato da una rottura diretta dei vasi cerebrali e da una successiva emorragia nel tessuto cerebrale.

Cosa fare a una pressione da 90 a 60, ed è pericoloso?

Se la pressione diventa inferiore a 100 a 60, i medici chiamano questa condizione ipotensione. All'età di 20 anni e fino a 40 anni, questa condizione è osservata nel 5-7% delle persone, indipendentemente dal loro sesso, e nelle donne in gravidanza la percentuale raggiunge i 12. È pericoloso? Gli esperti affermano che per molte persone di questa categoria, la pressione da 90 a 60 non dovrebbe essere considerata una patologia pericolosa.