Pradaksa

Pradaksa è un farmaco altamente efficace sotto forma di capsule per somministrazione orale.

Il produttore di questo medicinale è la famosa azienda farmaceutica tedesca Boehringer Ingelheim Pharma. Appartiene alla categoria degli anticoagulanti e degli inibitori diretti della trombina e pertanto è spesso prescritto per la prevenzione degli ictus, nonché per la prevenzione e il trattamento della trombosi venosa profonda.

Questo farmaco è destinato esclusivamente agli adulti. Il suo dosaggio giornaliero è di 1-2 capsule, che devono essere assunte con una piccola quantità di acqua.

Gruppo clinico-farmacologico

Anticoagulante. Inibitore diretto di trombina.

Condizioni di vendita della farmacia

È rilasciato su prescrizione medica.

Prezzi

Quanto costa Pradax in farmacia? Il prezzo medio è al livello di 2 000 rubli.

Forma e composizione del rilascio

Disponibile in capsule sotto forma di dosaggio per somministrazione orale. Hanno una forma oblunga, una consistenza relativamente morbida e un guscio color crema. All'interno della capsula contiene piccole palline gialle.

Ingredienti 1 capsule:

  • Ingrediente attivo: dabigatran etexilato - 75, 110 o 150 mg (dabigatran etexilato mesilato - 86,48 / 126,83 / 172,95 mg);
  • Componenti ausiliari (75/110/150 mg): gomma di acacia - 4,43 / 6,5 / 8,86 mg, acido tartarico a grana grossa - 22,14 / 32,48 / 44,28 mg, polvere di acido tartarico - 29, 52 / 43,3 / 59,05 mg, acido tartarico cristallino - 36,9 / 54,12 / 73,81 mg, ipromellosa - 2,23 / 3,27 / 4,46 mg, dimeticone - 0,04 / 0 , 06 / 0,08 mg, talco - 17,16 / 25,16 / 34,31 mg, idrossipropilcellulosa (iprolosi) - 17,3 / 25,3734,59 mg;
  • Involucro della capsula (75/110/150 mg): capsula di ipromellosa (HPMC) - 60/70/90 mg;
  • Capsule HPMC (75/110/150 mg): carragenina (E407) - 0,2 / 0,22 / 0,285 mg, cloruro di potassio - 0,27 / 0,31 / 0,4 mg, biossido di titanio (E171) - 3 , 6 / 4,2 / 5,4 mg, indigo carmine (E132) - 0,036 / 0,042 / 0,054 mg, colorante giallo tramonto (E110) - 0,002 / 0,003 / 0,004 mg, idrossipropilmetilcellulosa (ipromellosa) - 52,9 / 61, 71 / 79,35 mg, acqua purificata - 3 / 3,5 / 4,5 mg;
  • Inchiostro nero (%, massa): idrossido di potassio - 0,5-0,1%, gommalacca - 24-27%, butanolo - 1-3%, isopropanolo - 1-3%, glicole propilenico - 3-7%, etanolo - 23-26%, ammoniaca acquosa - 1-2%, colorante ossido di ferro nero (E172) - 24-28%, acqua purificata - 15-18%.

Le capsule Pradaks sono confezionate in blister di alluminio da 10 pezzi o in una bottiglia di polietilene da 60 pezzi. Una confezione può contenere 1, 3 o 6 blister, nonché 1 flacone in polietilene con capsule. Contiene necessariamente istruzioni.

Effetto farmacologico

Pradaksa aiuta a sopprimere l'attività della trombina. La sostanza a basso peso molecolare Dabigatran etexilato non possiede attività farmacologica. Una volta all'interno del corpo, questo composto viene rapidamente assorbito e, a seguito dell'idrolisi, viene convertito in dabigatran, un inibitore competitivo, attivo, diretto e reversibile della trombina. Questa sostanza aiuta a inibire l'attività della trombina, che lega la fibrina, così come la trombina libera e inibisce l'aggregazione piastrinica, che ha causato la trombina.

Secondo le recensioni mediche su Pradax, l'efficacia di questo farmaco diminuisce del 20% se il peso corporeo del paziente supera i 120 chilogrammi. Al contrario, con un peso corporeo di 48 chilogrammi, il farmaco inizia ad agire in modo più efficiente, di circa il 25% (rispetto ai pazienti con peso corporeo medio).

Indicazioni per l'uso

Il farmaco Pradaksa ha diverse indicazioni per l'uso. Queste capsule sono generalmente prescritte:

  1. Al fine di prevenire la tromboembolia venosa in pazienti sottoposti a chirurgia ortopedica;
  2. Al fine di prevenire l'insorgenza di ictus e tromboembolia di natura sistemica, nonché di ridurre il rischio di mortalità nelle malattie cardiovascolari tra i pazienti con fibrillazione atriale;
  3. Per il trattamento di forme acute di trombosi venosa profonda e tromboembolia polmonare, nonché per prevenire la morte a seguito di queste malattie;
  4. Per prevenire il ripetersi di trombosi venosa profonda e tromboembolia polmonare, nonché per ridurre il rischio di mortalità a causa di queste patologie.

Controindicazioni

Il farmaco Pradaksa ha una serie di controindicazioni, come:

  • somministrazione concomitante di ketoconazolo per uso sistemico;
  • funzionalità epatica anormale e patologie epatiche che possono influire sulla sopravvivenza;
  • età fino a 18 anni (nessun dato clinico);
  • grave insufficienza renale (CC inferiore a 30 ml / min);
  • sanguinamento clinicamente significativo attivo, diatesi emorragica, spontanea o farmacologica
  • disturbo indotto dell'emostasi;
  • danno d'organo a seguito di sanguinamento clinicamente significativo, incluso ictus emorragico durante
  • 6 mesi precedenti prima dell'inizio della terapia;
  • ipersensibilità nota a dabigatran o dabigatran etexilato o ad uno degli eccipienti.

Relativo (preso con cautela, aumento della probabilità di reazioni avverse):

  • disturbi della coagulazione acquisiti o congeniti;
  • gastrite, esofagite, malattia da reflusso gastroesofageo;
  • lesioni estese o biopsia recente;
  • moderata riduzione della funzionalità renale (clearance della creatinina 30-50 ml / min);
  • peso corporeo del paziente inferiore a 50 kg;
  • età superiore a 75 anni;
  • difetti funzionali di piastrine o trombocitopenia;
  • endocardite batterica;
  • uso simultaneo di clopidogrel, farmaci antinfiammatori non steroidei, norepinefrina selettiva e inibitori della ricaptazione della serotonina, così come altri farmaci, che possono causare alterazioni dell'emostasi;
  • uso simultaneo di inibitori della glicoproteina P.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Non sono disponibili dati sull'uso di dabigatran etexilato durante la gravidanza. Il potenziale rischio in una persona non è noto.

Negli studi sperimentali non sono stati accertati effetti avversi sulla fertilità o sullo sviluppo postnatale dei neonati. Le donne in età riproduttiva devono evitare di rimanere incinta durante il trattamento con Pradax. Quando si verifica una gravidanza, l'uso del farmaco non è raccomandato, tranne nei casi in cui il beneficio atteso supera il possibile rischio.

Se è necessario utilizzare il farmaco durante l'allattamento, a causa della mancanza di dati clinici, si consiglia di interrompere l'allattamento (come misura precauzionale).

Dosaggio e modalità d'uso

Le istruzioni per l'uso indicate Pradaksa sono assegnate solo agli adulti. Le capsule devono essere assunte per via orale, 1 o 2 volte al giorno, indipendentemente dall'ora dei pasti, con un bicchiere d'acqua per facilitare il passaggio del farmaco nello stomaco. Non aprire la capsula.

Per la rimozione di capsule dal blister:

  • strappare un singolo blister dalla confezione del blister lungo la linea di perforazione;
  • rimuovere la capsula dal blister, staccando la pellicola;
  • Non spremere le capsule attraverso la pellicola.

Il dosaggio del farmaco dipende dalle prove ed è determinato dal medico. Dosaggi medi:

  1. Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno). Il corso del trattamento: per la vita.
  2. Prevenzione della tromboembolia venosa (TEV) dopo interventi ortopedici: 220 mg 1 volta al giorno (2 capsule da 110 mg ciascuna). Con disfunzione renale moderata: 150 mg 1 volta al giorno (2 capsule, 75 mg ciascuna), poiché esiste il rischio di sanguinamento.
  3. Prevenzione della TEV dopo artroplastica dell'anca: il corso inizia da 1 a 4 ore dopo il completamento dell'operazione. La prima dose: 110 mg (1 caps.). Inoltre, la dose viene aumentata a 220 mg (2 capsule) 1 volta al giorno per i successivi 28-35 giorni. In assenza di emostasi, il trattamento deve essere posticipato. Se il trattamento è iniziato diversi giorni dopo l'operazione, la terapia deve essere iniziata con una dose di 220 mg (2 capsule) 1 volta al giorno.
  4. Prevenzione della TEV dopo l'artroplastica del ginocchio: il corso inizia da 1 a 4 ore dopo il completamento dell'operazione. La prima dose: 110 mg (1 caps.). Inoltre, la dose viene aumentata a 220 mg (2 capsule) 1 volta al giorno nei prossimi 10 giorni. In assenza di emostasi, il trattamento deve essere posticipato. Se il trattamento è iniziato diversi giorni dopo l'operazione, la terapia deve essere iniziata con l'assunzione di 220 mg (2 capsule) 1 volta al giorno.
  5. Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione dei decessi causati da queste malattie: 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno) dopo trattamento parenterale con un anticoagulante per almeno 5 giorni. Il corso del trattamento: fino a 6 mesi.
  6. Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e decessi causati da queste malattie: 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno). La terapia può continuare per tutta la vita, a seconda dei singoli fattori di rischio.

In caso di compromissione della funzionalità renale

Prima di iniziare il trattamento con Pradaksa, è necessario valutare prima il CC

Il trattamento farmacologico è controindicato in caso di grave insufficienza renale.

Durante il trattamento, la funzione renale deve essere valutata periodicamente.

Per la prevenzione della tromboembolia venosa dopo interventi ortopedici con insufficienza renale moderata:  la dose giornaliera è ridotta a 150 mg (2 capsule. 75 mg 1 volta al giorno).

Per la prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale con insufficienza renale moderata: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno). Una volta all'anno, dovrebbe essere valutata la funzionalità renale.

Per il trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione delle morti causate da queste malattie: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno).

Per la prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e morte causate da queste malattie con insufficienza renale moderata: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno). Una volta all'anno, dovrebbe essere valutata la funzionalità renale.

Utilizzare in età avanzata

L'aumento dell'esposizione del farmaco negli anziani (oltre 75 anni) è spesso dovuto a una diminuzione della funzionalità renale, quindi, prima di prescrivere il farmaco, è necessario valutare la funzione renale.

A seconda della situazione clinica, è necessario valutare la funzione dei reni (almeno una volta all'anno). L'aggiustamento della dose del farmaco deve essere effettuato in base alla gravità della disfunzione renale.

Prevenzione della tromboembolia venosa dopo interventi chirurgici ortopedici di età superiore ai 75 anni: la dose raccomandata è di 150 mg (2 capsule. 75 mg ogni volta).

All'età di 80 anni per la prevenzione di ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: dose giornaliera di 220 mg (1 capsula. 110 mg 2 volte al giorno).

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione dei decessi causati da queste malattie nell'età superiore ai 75 anni: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno).

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e morte causate da queste malattie di età superiore ai 75 anni: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno).

Utilizzare in soggetti con pesi corporei diversi.

Prevenzione della tromboembolia venosa dopo interventi ortopedici con peso corporeo <50 kg e oltre 110 kg: non è necessario un aggiustamento della dose. Tuttavia, si raccomanda l'osservazione di tali pazienti.

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: non è necessario un aggiustamento della dose. Tuttavia, con un peso corporeo <50 kg, si raccomanda una costante supervisione medica.

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione dei decessi causati da queste malattie: non è necessario un aggiustamento della dose.

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e morte causate da queste malattie: non è necessario un aggiustamento della dose.

L'uso simultaneo di Pradax con inibitori attivi della glicoproteina P (amiodarone, chinidina, verapamil)

Prevenzione del tromboembolia venosa dopo interventi ortopedici: la dose del farmaco deve essere ridotta a 150 mg 1 volta al giorno (2 capsule, 75 mg ciascuna).

Se il farmaco viene assunto dopo interventi ortopedici, non è consigliabile iniziare contemporaneamente l'uso di verapamil e collegarlo alla terapia in futuro.

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: non è necessario un aggiustamento della dose, dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno).

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione dei decessi causati da queste malattie: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno).

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e morte causate da queste malattie: non è necessario un aggiustamento della dose. Dose giornaliera di 300 mg (1 capsula. 150 mg 2 volte al giorno).

Utilizzare ad aumentato rischio di sanguinamento.

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: presenza di fattori come 75 anni o più, una moderata diminuzione della funzionalità renale (CC 30-50 ml / min), uso simultaneo di inibitori della glicoproteina P o indicazione una storia di sanguinamento gastrointestinale può aumentare il rischio di sanguinamento. Nei pazienti con uno o più di questi fattori di rischio, a discrezione del medico, la dose giornaliera può essere ridotta a 220 mg (1 capsula. 110 mg 2 volte al giorno).

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione delle morti causate da queste malattie: presenza di fattori come 75 anni o più, una moderata riduzione della funzionalità renale (CC 30-50 ml / min) o un'indicazione di anamnesi di sanguinamento gastrointestinale rischio di sanguinamento. Nei pazienti con un singolo fattore di rischio, non è necessario un aggiustamento della dose. Per pazienti con molteplici fattori di rischio: il farmaco deve essere usato solo nei casi in cui il beneficio atteso supera il rischio di sanguinamento.

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e decessi causati da queste malattie: presenza di fattori come 75 anni o più, una moderata riduzione della funzionalità renale (CC 30-50 ml / min) o un'indicazione di anamnesi di sanguinamento gastrointestinale sanguinamento. Nei pazienti con un singolo fattore di rischio, non è necessario un aggiustamento della dose. Per pazienti con molteplici fattori di rischio: il farmaco deve essere usato solo nei casi in cui il beneficio atteso supera il rischio di sanguinamento.

Transizione dall'uso di Pradax all'uso parenterale di anticoagulanti

Prevenzione della tromboembolia venosa nei pazienti dopo interventi chirurgici ortopedici: si raccomanda di iniziare la somministrazione parenterale di anticoagulanti 24 ore dopo l'ultima dose di Pradax.

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: si raccomanda di iniziare la somministrazione parenterale di anticoagulanti 12 ore dopo l'ultima dose di Pradax.

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione delle morti causate da queste malattie: si raccomanda di iniziare l'uso parenterale di anticoagulanti 12 ore dopo l'assunzione dell'ultima dose del farmaco.

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e decessi causati da queste malattie: si raccomanda di iniziare gli anticoagulanti parenterali 12 ore dopo l'ultima dose di Pradax.

Transizione dall'uso parenterale di anticoagulanti all'uso di Pradax

La prima dose del farmaco viene prescritta invece dell'anticoagulante annullato nell'intervallo 0 - 2 ore prima della successiva iniezione di terapia alternativa, o contemporaneamente alla conclusione di un'infusione permanente (ad esempio, nell'uso dell'eparina non frazionata).

Transizione dall'uso di Pradax all'uso di antagonisti della vitamina K.

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: con CC ≥50 ml / min, possono essere usati antagonisti della vitamina K per 3 giorni e per CC 30-50 ml / min 2 giorni prima della cancellazione di Pradaxa.

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione delle morti causate da queste malattie: con QC ≥50 ml / min, l'uso di antagonisti della vitamina K è possibile in 3 giorni e in QC 30-50 ml / min 2 giorni prima della sospensione di Pradax.

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e decessi causati da queste malattie: con QA ≥50 ml / min, l'uso di antagonisti della vitamina K è possibile per 3 giorni e per QA 30-50 ml / min per 2 giorni prima della cancellazione di Praxax.

Il passaggio dall'uso di antagonisti della vitamina K all'uso di Pradax

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: interrompere l'uso di antagonisti della vitamina K, è possibile l'uso del farmaco con MHO <2,0.

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione delle morti causate da queste malattie: l'uso di antagonisti della vitamina K viene interrotto, l'uso di Pradax è possibile con MHO <2.0.

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e decessi causati da queste malattie: l'uso di antagonisti della vitamina K viene interrotto, l'uso di Pradaxa è possibile con MHO <2.0.

Cardioversione

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: la conduzione di una cardioversione pianificata o di emergenza non richiede l'interruzione della terapia farmacologica.

Dose mancata

Prevenzione della tromboembolia venosa nei pazienti dopo interventi ortopedici: si raccomanda di assumere la solita dose giornaliera alla solita ora del giorno successivo. In caso di mancate dosi individuali non devono assumere una doppia dose del farmaco.

Prevenzione dell'ictus, tromboembolia sistemica e riduzione della mortalità cardiovascolare nei pazienti con fibrillazione atriale: la dose dimenticata può essere assunta se mancano 6 ore o più prima di assumere la dose successiva del farmaco. Con un periodo inferiore a 6 ore, la dose dimenticata non deve essere assunta. In caso di mancate dosi individuali non devono assumere una doppia dose del farmaco.

Trattamento della TVP acuta e / o embolia polmonare e prevenzione dei decessi causati da queste malattie: la dose dimenticata può essere assunta se mancano 6 ore o più prima di assumere la dose successiva del farmaco. Con un periodo inferiore a 6 ore, la dose dimenticata non deve essere assunta. In caso di mancate dosi individuali non devono assumere una doppia dose del farmaco.

Prevenzione di THV ricorrente e / o embolia polmonare e decessi causati da queste malattie: la dose dimenticata può essere assunta se mancano 6 ore o più prima di assumere la dose successiva del farmaco. Con un periodo inferiore a 6 ore, la dose dimenticata non deve essere assunta. In caso di mancate dosi individuali non devono assumere una doppia dose del farmaco.

Effetti collaterali

Reazioni negative allo sfondo dell'assunzione di capsule Pradax possono svilupparsi dai vari organi e sistemi, tra cui:

  • Sistema nervoso - emorragia intracranica.
  • Sistema respiratorio - emottisi, sanguinamento nasale.
  • Il sistema urinario - ematuria (la comparsa di sangue nelle urine).
  • Lo sviluppo di sanguinamento nella pelle, nelle articolazioni (emartro), nonché nel campo delle procedure e delle manipolazioni mediche.
  • Sistema sanguigno - anemia (diminuzione del numero di globuli rossi e livello di emoglobina), trombocitopenia (diminuzione del numero di piastrine).
  • Sistema cardiovascolare - ematomi (formazione di una cavità limitata nei tessuti di diversa localizzazione a causa di sanguinamento dalla nave).
  • L'apparato digerente - dolore addominale, dispepsia, accompagnato da nausea, feci instabili, flatulenza (gonfiore), sanguinamento da diverse parti del tratto digestivo, sviluppo di lesioni ulcerative dell'esofago, dello stomaco o del duodeno.
  • Sistema epatobiliare - una violazione dell'attività funzionale del fegato, aumento dell'attività degli enzimi epatici delle transaminasi, che indica un danno alle cellule del fegato.
  • Il sistema immunitario - varie reazioni allergiche che possono includere orticaria (una reazione sulla pelle che ricorda un'ortica), angioedema della pelle e del tessuto sottocutaneo (edema di Quincke) con localizzazione predominante nel viso e nei genitali, broncospasmo (una reazione allergica sotto forma di costrizione lume bronchiale con sviluppo di dispnea), shock anafilattico con una pronunciata riduzione della pressione sanguigna e sviluppo di insufficienza multipla di organi.

La frequenza degli effetti collaterali dopo aver iniziato a prendere le capsule Pradax dipende dalle indicazioni per l'uso del farmaco, dall'età e dal sesso del paziente e dalla presenza di altre malattie associate, principalmente correlate all'attività funzionale dei reni.

Overdose

Se la dose del farmaco viene superata, possono verificarsi complicanze emorragiche (con emorragie) di varia localizzazione. In caso di sovradosaggio, l'emostasi è compromessa, pertanto è necessario eseguire un test di coagulazione, che mostri il tasso di coagulazione del sangue nei coaguli. L'emodialisi (un metodo di pulizia extrarenale) avrà anche un effetto positivo, durante il quale i prodotti metabolici tossici vengono rimossi dal corpo.

Un sovradosaggio efficace è la trasfusione di sangue. Con lo sviluppo di complicanze emorragiche, il trattamento farmacologico deve essere interrotto, è necessaria la ricerca di una fonte di sanguinamento. Spesso, per accelerare l'eliminazione del principio attivo, la diuresi forzata viene eseguita utilizzando diuretici ed emostasi chirurgica con la sostituzione del volume del sangue circolante.

Istruzioni speciali

L'uso combinato con dronedarone è controindicato.

La prescrizione di Pradax richiede cautela in condizioni caratterizzate da un aumentato rischio di sanguinamento. La ragione per trovare la fonte di sanguinamento è una diminuzione dell'ematocrito e / o dell'emoglobina nel sangue, accompagnata da una diminuzione della pressione sanguigna.

Con ridotta funzionalità renale (anche nei pazienti anziani), si può osservare un aumento dell'esposizione ai farmaci. Con lo sviluppo di insufficienza renale acuta, la terapia viene annullata.

Al fine di rilevare un'eccessiva attività anticoagulante di dabigatran, è necessario utilizzare i test per determinare il tempo di coagulazione di ekarinovogo o trombina, quando non sono disponibili - un test per determinare l'APTT.

Con la prevenzione della TEV dopo interventi sul sistema muscolo-scheletrico, l'uso a breve termine di farmaci antinfiammatori non steroidei per l'anestesia durante gli interventi chirurgici non è accompagnato da un aumentato rischio di sanguinamento.

Se esiste un aumentato rischio di sanguinamento (ad esempio, con endocardite batterica, dopo una recente lesione estesa o una biopsia), è necessario monitorare le condizioni del paziente al fine di rilevare tempestivamente i segni di sanguinamento.

Dopo una puntura spinale (ripetuta o traumatica) e un uso prolungato del catetere epidurale, la prima dose di Pradax può essere assunta non prima di 120 minuti dopo la rimozione del catetere, monitorando le condizioni dei pazienti (per escludere i sintomi neurologici che possono essere associati a ematoma epidurale o sanguinamento spinale) .

A causa dell'alta probabilità di sanguinamento prima dell'intervento chirurgico o di procedure invasive (almeno per un giorno, in alcuni casi per 2-5 giorni), il farmaco viene annullato. In caso di interventi chirurgici di emergenza, Pradax deve essere temporaneamente interrotto e l'operazione deve essere eseguita non prima di 12 ore dopo l'ultima dose del farmaco. Se ciò non è possibile, a causa dell'elevato rischio di sanguinamento, è necessario valutare il rapporto beneficio / rischio.

Poiché l'assunzione di Pradax può aumentare il rischio di sanguinamento, si raccomanda di usare cautela durante la guida e l'esecuzione di lavori potenzialmente pericolosi.

La probabilità di sanguinamento aumenta con l'uso combinato di Pradax con ticagrelor, eparina non frazionata (atopica necessaria per mantenere la pervietà di un catetere arterioso o venoso) e derivati ​​dell'eparina, eparine a basso peso molecolare, fondaparinux di sodio, farmaci trombolitici, glicoproteine, glicoproteine, glicoproteine, glicoproteine, bloccanti, glicoproteine, glicoproteine, bloccanti, glicoproteine, glicoproteine, bloccanti, glicoproteine, bloccanti, glicoproteine, bloccanti della glicoproteina, ecc. , destrano, rivaroxaban, antagonisti della vitamina K e inibitori della glicoproteina P (itraconazolo, tacrolimus, ciclospina Rene, ritonavir, nelfinavir e saquinavir). Inoltre, il rischio di sanguinamento può aumentare a causa dell'interazione farmacologica con inibitori selettivi del reuptake della serotonina o inibitori selettivi del reuptake della norepinefrina, agenti antipiastrinici e altri anticoagulanti.

Interazioni farmacologiche

Non combinare con farmaci che influenzano l'emostasi, antagonisti della vitamina K, inibitori della glicoproteina P (verapamil, ketoconazolo, claritromicina, amiodarone, chinidina).

Da usare con cautela in combinazione con dronedarone, cacciatore perforato, carbamazepina e pantoprazolo.

L'acido acetilsalicilico, in combinazione con Pradax, può aumentare significativamente il rischio di sanguinamento.

Recensioni

Abbiamo raccolto alcune recensioni di persone che usano la droga Pradaksa:

  1. Elena. Questo rimedio mi è stato prescritto dopo un intervento chirurgico sull'articolazione dell'anca. L'ho preso per il quinto mese, secondo molti pazienti, il farmaco inizia a funzionare dopo due settimane, mi ha aiutato dopo un mese di utilizzo. Sono finiti i dolori. È costoso trattare, tuttavia, 2 confezioni al mese, ma c'è un risultato positivo.
  2. Sasha. Dopo aver trasferito la TVP nella gamba sinistra dopo la dimissione dall'ospedale, Prodaks fluidificante del sangue 110/2 è stato prescritto per dissolvere i coaguli di sangue. Dopo aver assunto la prima pillola, tracce di sangue nelle urine, dopo aver preso la seconda al mattino, una forte ematuria. Smesso di bere. Una settimana di cardiomagnetismo. Ho deciso di provare nuovamente Prodax, il risultato è lo stesso: l'ematuria più forte. Cazzate per 3000 p. Dall'acetone probabilmente meno danni ...
  3. Maria. Prendo il farmaco due volte al giorno a causa della costante aritmia da tre anni. Mi sento bene, la medicina supporta bene il corpo e impedisce la coagulazione del sangue. Sebbene lo strumento sia costoso per i pensionati, ma è efficace. L'unica cosa che voglio consigliare agli altri pazienti, berlo con il cibo, in modo da non ferire lo stomaco.
  4. Danil. Conosco questo farmaco da 5 anni e mi sono assicurato che sia molto efficace. Il farmaco non è economico, ma aiuta bene, si notano miglioramenti significativi. Sono molto grato al medico che ha prescritto "Pradaks". Puoi acquistarlo in quasi tutte le farmacie, altrimenti puoi ordinarlo. Ma è anche molto importante scegliere il giusto dosaggio. L'annotazione dice che il sanguinamento interno è possibile: non l'ho mai trovato, ma una volta scritto, può accadere. Consiglio di usare questo farmaco, meglio delle controparti.

Analoghi

L'industria farmacologica offre farmaci di composizione e principio attivo simili, ma dovrebbero essere usati solo come prescritto da un medico. Al più vicino nella composizione sono:

  • Warfarin è un farmaco antitrombotico del gruppo di anticoagulanti. Permette di ridurre il rischio di coaguli di sangue, viene utilizzato nel trattamento delle patologie vascolari.
  • Lavenum - medicinale con effetto antinfiammatorio e antitrombotico. Nominato con tromboflebite di vene superficiali, lesioni, lividi.
  • Fluxum - il principio attivo del farmaco - Parnaparin sodium. È più spesso usato nelle condizioni di un ospedale per amministrazione endovenosa.
  • Emeran: ha un effetto locale antinfiammatorio e antitrombotico, può essere somministrato in combinazione con altri farmaci per il trattamento di malattie delle vene e dei vasi sanguigni.

Prima di usare analoghi consultare il medico.

Condizioni di conservazione e durata

Conservare lo strumento deve essere in un luogo asciutto fuori dalla portata dei bambini. La temperatura non dovrebbe essere superiore a 25 gradi. La durata del farmaco è di 3 anni. Dopo aver aperto il flacone con le capsule, devono essere utilizzate per 4 mesi.

Guarda il video: Marshmello ft. Bastille - Happier Official Music Video (Ottobre 2019).

Lascia Il Tuo Commento