Enterocolite - che cos'è? Sintomi, cause e trattamento

Enterocolite è un processo infiammatorio che colpisce immediatamente sia l'intestino tenue che quello crasso.

Questa è una delle malattie più comuni del tratto digestivo, che può portare allo sviluppo di processi atrofici nella mucosa intestinale con disturbi concomitanti del suo funzionamento.

Quando si effettua una diagnosi, prestare attenzione alla localizzazione della lesione del processo patologico. Enterocolite è spesso accompagnata da una lesione primaria delle membrane mucose dell'intestino tenue e crasso.

La patologia è caratterizzata da un lungo corso. Malattie intestinali infettive, uso eccessivo di acuta, alcolismo, intossicazione da farmaci o industriale, terapia antibiotica prolungata e altri fattori possono causare il suo sviluppo. Prima di prescrivere il trattamento, è importante stabilire la causa dell'enterocolite, altrimenti la terapia sarà inefficace.

Classificazione e cause dell'enterocolite

Enterocolite può verificarsi in forma acuta e cronica. Per la fase acuta della patologia, è interessato solo lo strato superiore, epiteliale, della mucosa intestinale. La cronizzazione della malattia provoca danni agli strati più profondi delle pareti intestinali. Enterocolite cronica si sviluppa con il trattamento sbagliato della sua fase acuta, o in assenza di esso.

Secondo la classificazione per eziologia, le enterocoliti sono:

  1. Infettiva. Vari gruppi di microrganismi - come Salmonella, Shigella, E. coli, ecc. - possono provocare lo sviluppo della malattia e possono anche presentare un'eziologia virale (ad esempio, se l'organismo è affetto da rotavirus o enterovirus). L'enterocolite infettiva è l'evento più comune. Hanno una corrente acuta.
  2. Parassitario, che si sviluppa sullo sfondo dell'elestiasi e della sconfitta della mucosa intestinale da parte dei rappresentanti del gruppo dei protozoi
  3. Alimentare. Tale enterocolite è spesso causata dalla malnutrizione. Abuso di alcol e piatti dannosi: i principali fattori che causano l'infiammazione delle pareti intestinali.
  4. Toxic. In tale situazione, lo sviluppo di enterocolite viene trasmesso dall'ingestione di sostanze chimiche, alcool di bassa qualità, farmaci in caso di sovradosaggio e altre tossine.
  5. Meccanico. Enterocolite può essere il risultato di stipsi persistente, in cui masse fecali indurite danneggiano la mucosa intestinale.
  6. Autoimmune o allergico. Questo gruppo include lo sviluppo della colite ulcerosa.
  7. Lo stress. Sullo sfondo dello stress, si verifica una violazione dell'innervazione e dell'afflusso di sangue della parete intestinale, che spesso comporta infiammazione.

Se lo sviluppo dell'enterocolite si verifica sullo sfondo di altre patologie del tratto digestivo, in questo caso stiamo parlando della sua natura secondaria.

Sintomi di enterocolite negli adulti

Nella forma acuta di enterocolite, i pazienti spesso lamentano tali sintomi:

  • dolore addominale acuto;
  • gonfiore, flatulenza;
  • brontolio nello stomaco;
  • nausea;
  • vomito (non sempre);
  • la comparsa di un'incursione sulla lingua;
  • diarrea.

Enterocolite infettiva è spesso accompagnata da diarrea con lo scarico delle feci fetidi, in cui possono esserci muco o strisce di sangue. Si sviluppa un quadro clinico di intossicazione del corpo, accompagnato da febbre, mal di testa, debolezza, dolore muscolare.

L'esacerbazione di enterocolite cronica è accompagnata da dolore addominale localizzato nell'ombelico. Può diffondersi in tutto l'addome.

Il dolore aumenta nella seconda metà della giornata, durante l'attività fisica, in 1,5 - 2 ore dopo un pasto o prima di un atto di defecazione. Il paziente perde l'appetito, ha gonfiore, flatulenza, stitichezza, alternanza di diarrea.

Il verificarsi di sintomi caratteristici dell'enterocolite, dovrebbe essere la ragione per cercare assistenza medica.

Sintomi nei bambini

Enterocolite nei bambini appare in modo leggermente diverso rispetto agli adulti. Prima di tutto, il bambino sviluppa la sindrome del dolore con localizzazione nella regione ombelicale dell'addome. Il paziente avverte disagio, ha mal di testa, diventa nervoso e irritabile. Sullo sfondo di un aumento dell'intensità dei sintomi spiacevoli, è possibile anche capogiri.

Poche ore dopo aver mangiato, i bambini iniziano ad avere una maggiore voglia di defecare e inizia la diarrea. Un bambino può andare in bagno fino a 6 volte al giorno e tracce di muco, marciume espanso o pezzi di cibo non digerito vengono spesso rintracciati nelle feci. Il primo giorno di sviluppo di enterocolite il bambino malato soffre di nausea, accompagnato da vomito. All'inizio, tutte le particelle di cibo vengono eliminate dal corpo e quindi il vomito consisterà solo di bile e saliva.

Lo sviluppo dell'enterocolite nei neonati contribuisce alla penetrazione della microflora patogena nel feto attraverso la placenta. La malattia può anche essere il risultato di parto prolungato o difficile, lesioni al bambino durante il passaggio attraverso il canale del parto della madre, ecc.

I bambini prematuri sono a rischio di sviluppare enterocolite necrotizzante. Nella maggior parte dei casi, è un decorso cronico della patologia. Quando la malattia è esacerbata, il bambino piange molto e talvolta urla a voce alta.

Quindi, per l'enterocolite necrotica nei bambini è caratterizzata dalla comparsa di:

  • costipazione prolungata, alternando la diarrea;
  • gonfiore (quando si preme il pancino del bambino, si sente la sua fermezza, e il bambino inizia a piangere e contorcersi);
  • sonno agitato.

Nei bambini, l'enterocolite appare molto più luminosa e quindi diagnosticata più facilmente e più velocemente. Quando un bambino ha sintomi di ansia, i genitori devono mostrarlo al medico.

Diagnostica

L'enterocolite acuta è molto facile da diagnosticare, sulla base dei dati dell'anamnesi e dei risultati del coprogramma - esame di laboratorio delle feci. A volte, come metodo diagnostico aggiuntivo, viene eseguita la rettoscopia.

Per determinare la forma cronica di enterocolite, vengono effettuati numerosi studi:

  • presa della storia;
  • esame fisico;
  • coprogram;
  • procedure diagnostiche strumentali (colonscopia, che aiuta a rilevare la presenza di erosioni, ulcere o focolai del processo infiammatorio sulle pareti della mucosa dell'intestino crasso).

Se necessario, è possibile eseguire una biopsia. La radiografia aiuta a identificare i cambiamenti nel lume intestinale.

Se si sospetta un'enterocolite, vengono eseguiti anche numerosi test di laboratorio. Quindi, l'uso dell'analisi del sangue può rivelare anemia, oltre a un basso contenuto di lipidi e proteine, uno squilibrio ionico.

Nelle feci marcato aumento del contenuto di impurità mucose e leucociti. È anche possibile rilevare steatorrea, amilorrea, creatore. Di grande importanza è la conduzione della diagnosi differenziale. Questo è importante per distinguere l'enterocolite cronica da dissenteria prolungata o dalla fermentopatia congenita.

Come trattare l'enterocolite negli adulti?

Il regime di trattamento viene sviluppato in base a ciò che ha causato lo sviluppo dell'enterocolite in un adulto. Il sindromocoplexus derivante da patologie virali viene trattato in modo sintomatico. Si consiglia al paziente di usare molti liquidi, in modo che dopo qualche giorno si senta molto meglio.

Dopo che le condizioni del paziente si sono stabilizzate, gli viene prescritto un ciclo di terapia con enterosorbenti e antispasmodici e anche gli agenti riducenti della febbre sono inclusi nel regime di trattamento a una temperatura. Assicurati di contenere la lavanda gastrica. In caso di vomito abbondante o diarrea, è importante controllare la quantità di liquido che entra nel paziente. In questo caso, dovresti usare quanto più tè non zuccherato possibile, minestre liquide a basso contenuto di grassi, porridge bolliti in acqua. Puoi ricorrere all'uso di farmaci reidratanti.

In caso di enterocolite necrotizzante, viene effettuato un trattamento conservativo, che prevede la somministrazione endovenosa di antibiotici, l'uso di farmaci reidratanti e sostanze nutritive. Il gas dallo stomaco o dall'intestino viene rimosso usando un tubo di plastica speciale.

In assenza di efficacia dallo svolgimento della terapia conservativa, il paziente è sottoposto a intervento chirurgico. Durante l'operazione, l'area intestinale interessata viene rimossa.

Nell'enterocolite cronica, la nutrizione del paziente viene corretta, tutti i farmaci che interferiscono con il tratto gastrointestinale vengono annullati e le malattie parassitarie e infettive vengono curate.

È possibile utilizzare microcleami o clisteri di farmacia basati su decotti di piante medicinali. Quando la diarrea, un'infusione o un decotto di iperico, achillea, ciliegia di uccello sarà un buon mezzo di "fissaggio". Se si verifica costipazione, è possibile utilizzare l'olio di olivello spinoso. Sbarazzarsi della flatulenza aiuta la camomilla e l'aneto.

Per consolidare i risultati della terapia, al paziente può essere prescritto un ciclo di fisioterapia. Terapia riflessa, terapia magnetica, manipolazioni di pulizia dell'intestino - tutte queste manipolazioni possono migliorare significativamente la salute del paziente.

Una buona dinamica di recupero si osserva in pazienti che, dopo la terapia principale, sono stati sottoposti a un ciclo di trattamento in resort di sanatorio. È anche importante mantenere uno stile di vita attivo nel periodo di remissione dell'enterocolite cronica.

Trattamento farmacologico

Quando l'enterocolite è un importante approccio terapeutico integrato. Il regime di trattamento può includere l'uso di:

  1. Antibiotici - per sopprimere la microflora patogena. Spesso i medici ricorrono all'appuntamento di Nifuroksazid, Furazolidone, Enteroseptola.
  2. Farmaci contenenti enzimi che aiutano a ripristinare il processo digestivo. L'uso di Pancreatin, Festal, Plestila si è dimostrato valido.
  3. Probiotici e prebiotici, importanti per ripristinare la microflora intestinale dopo che il paziente è stato sottoposto a terapia antibiotica. Bifidumbacterin, Linex Forte, Acidolac, Laktimak - i farmaci più efficaci che possono essere prescritti a pazienti che sono stati sottoposti a terapia antibiotica per l'enterocolite.
  4. Regidratantov - Regidrona, Hydrovita, Humana Elektrokolit, ecc.
  5. Farmaci antipiretici: paracetamolo, panadolo, ibuprofene, nurofen, ibufen, ecc.

Altrettanto importanti sono i farmaci che promuovono la peristalsi intestinale. Allevia lo spasmo, elimina flatulenza, costipazione e diarrea. Questi strumenti includono Trimebutin, Loperamide, Mebeverin.

La colite battericida viene trattata con l'uso di furazolidone. Oltre all'antibatterico, le compresse hanno un effetto immunostimolante. Il farmaco deve essere usato nelle malattie del tratto gastrointestinale, nell'area urogenitale, della pelle.

Prendi 2-3 compresse 4 volte al giorno. Dovrebbero essere deglutiti intere, in nessun modo masticando. La durata del trattamento va dai 5 ai 10 giorni.

Gli effetti collaterali durante l'assunzione del farmaco possono verificarsi:

  • vomito;
  • nausea;
  • dolore all'addome;
  • eruzioni cutanee e prurito;
  • orticaria;
  • L'edema di Quincke.

Il farmaco non è strettamente raccomandato per i pazienti con:

  • intolleranza individuale dei suoi componenti;
  • CRF, che è in fase terminale;
  • patologie dei reni e del fegato;
  • malattie del sistema nervoso.

Lo strumento non è assegnato a donne in gravidanza e in allattamento, a pazienti il ​​cui lavoro è associato alla guida di ATS, nonché a bambini di età inferiore a 1 mese.

Di grande importanza è l'uso e i mezzi enzimatici. Uno dei farmaci più comunemente prescritti è la pancreatina. Con l'aiuto dei farmaci, viene ripristinato l'equilibrio degli enzimi degli enzimi del pancreas e migliora il processo di scissione di lipidi, proteine ​​e carboidrati nel duodeno. Il farmaco aiuta a normalizzare il processo di digestione.

La pancreatina è consigliabile da usare per la diarrea eziologia non infettiva, gonfiore, flatulenza, disturbi digestivi. È necessario assumere 1-4 compresse durante i pasti. Al giorno è consentito assumere non più di 21 pillole. È possibile continuare il corso del trattamento per diversi giorni o per diversi mesi.

Il farmaco è vietato per l'uso in pazienti con ostruzione intestinale, intolleranza individuale ai suoi componenti e pancreatite. Il farmaco è anche controindicato nei bambini sotto i 2 anni.

La pancreatina può causare effetti collaterali quali stitichezza, diarrea, nausea e reazioni allergiche.

Nutrizione e dieta

Pazienti ricoverati con enterocolite assegnati al tavolo dietetico numero 4. Dovrà conformarsi anche dopo la dimissione per 1,5 mesi.

Ecco le principali caratteristiche nutrizionali dei pazienti adulti con enterocolite:

  • la base della dieta sono zuppe di verdure e cereali;
  • è necessario mangiare frazionalmente, 4-6 volte al giorno ogni 4-5 ore;
  • la preferenza dovrebbe essere data ai piatti al vapore con una quantità minima di grassi;
  • con la diarrea, dovresti bere spesso una piccola quantità di tè nero fermentato o di composta di frutta secca.

In parallelo, il menu dovrebbe essere escluso:

  • prodotti che accelerano il processo di decomposizione nell'intestino;
  • latticini;
  • carni e pesce grassi;
  • carboidrati complessi;
  • dolci (tranne il miele);
  • bevande alcoliche (compreso il basso contenuto di alcol);
  • spezie, condimenti piccanti e spezie.

I frutti vengono introdotti nella dieta di un adulto che ha sofferto di enterocolite acuta, 14 giorni dopo l'interruzione del ciclo di terapia antibiotica. È necessario iniziare con l'uso di quantità limitate di mele e banane.

Prospettiva

L'individuazione tempestiva della malattia, l'inizio urgente del suo trattamento e l'assenza delle sue complicanze rendono la prognosi per il recupero il più favorevole possibile.

Frequenti esacerbazioni di enterocolite cronica possono portare allo sviluppo di carenza proteica. Spesso, sullo sfondo di una recidiva incontrollata della patologia, i pazienti presentano uno squilibrio elettrolitico nel sangue. Tali cambiamenti patologici sono pericolosi per il paziente, perché interrompono il processo di alimentazione degli organi interni, che può portare all'esaurimento del corpo.

Una tale deviazione, a sua volta, può portare a una serie di gravi complicazioni. Possono manifestarsi sotto forma di funzionamento alterato del sistema nervoso, nonché attraverso lo sviluppo di processi infiammatori nelle sezioni vicine del tratto gastrointestinale.

Lascia Il Tuo Commento