Adesioni nel bacino - che cos'è e come trattare?

Le aderenze nel bacino sono formate da tessuto connettivo e possono essere localizzate tra le pareti dell'utero e le sue appendici, vescica e anelli e legamenti del retto.

Conducono allo sviluppo del dolore e causano altri sintomi spiacevoli. L'intensità e le caratteristiche della loro manifestazione dipendono dallo stadio del processo patologico. Se non trattato, può portare a infertilità secondaria.

Se una donna ha i primi segni di questa patologia, è impossibile ritardare la visita di un medico e passare una diagnosi. In alcuni casi, il trattamento può essere effettuato esclusivamente chirurgicamente. Ma per la prevenzione delle aderenze nel bacino, puoi usare le ricette della medicina alternativa.

Cos'è?

La cavità addominale è rivestita da una membrana sierosa chiusa. È formato da 2 fogli, che passano agevolmente l'uno nell'altro. Lo strato parietale allinea l'intera superficie della cavità addominale e della piccola pelvi, e lo strato viscerale - gli organi interni.

Gli obiettivi principali del peritoneo è garantire la libera mobilità degli organi e ridurre il loro attrito tra di loro. Protegge gli organi interni dall'infezione e preserva il tessuto adiposo della cavità addominale. Sotto l'influenza di fattori avversi, l'ipossia si sviluppa nell'area interessata dal processo patologico. Inoltre, la situazione può svilupparsi in 2 direzioni:

  • ripristino indipendente (fisiologico) dei tessuti peritoneali danneggiati;
  • lo sviluppo delle adesioni.

Quando si formano adesioni, si verifica il processo di adesione (accrescimento) di diverse parti del peritoneo viscerale, o dei tessuti di quest'ultimo con la foglia parietale.

Questo non è un processo lampo: la formazione delle adesioni avviene in più fasi:

  1. Fase reattiva Questo stadio dura 12 ore dopo la violazione dell'integrità del tessuto peritoneale.
  2. Stadio essudativo (1-3 giorni). È caratterizzato da un aumento della permeabilità dei vasi sanguigni. Sotto l'influenza di questo processo, le cellule immodificate e infiammatorie, così come la frazione liquida del sangue contenente fibrinogeno, penetrano nella cavità del bacino.
  3. Fase di adesione Il giorno 3, il fibrinogeno si trasforma in fibrina, situata sulla superficie del peritoneo sotto forma di filamenti. Le cellule costanti formano fibroblasti che sintetizzano il collagene, che è il componente principale del tessuto connettivo.
  4. Fase di giovani adesioni, con una durata di 1-2 settimane. Tali formazioni hanno una struttura sciolta, poiché la quantità di collagene in esse contenuta è ancora piuttosto piccola. Nello spessore delle aderenze inizia la formazione attiva e la crescita dei vasi sanguigni e delle fibre nervose. Ben presto le cellule muscolari lisce migrano verso di loro.
  5. Quest'ultima fase è accompagnata dalla formazione di aderenze fibrose mature costituite da tessuto connettivo. Questa fase può durare da 14 a 30 giorni. L'aumento della densità del collagene porta al loro ispessimento e i capillari si sviluppano in vasi più grandi.

Cause di aderenze nel bacino

Può portare a una migliore formazione del tessuto connettivo può:

  1. Processi infiammatori nella zona degli organi pelvici: colpite, endometrite, annessite, parametrite, ecc. In questo caso, può essere sia una fase acuta che una fase cronica del processo patologico.
  2. Operazioni trasferite. Il rischio di aderenze nella pelvi aumenta se il paziente è stato precedentemente sottoposto a chirurgia laparotomica chirurgica: appendicectomia, taglio cesareo, rimozione di appendici uterine, isterectomia, ecc.
  3. Emorragia nella cavità pelvica durante apoplessia ovarica, rottura della tuba di Falloppio durante la gravidanza ectopica, ecc.
  4. Endometriosi. Le fasi 3 e 4 di questa pericolosa malattia ginecologica sono caratterizzate dalla formazione e dalla distribuzione di aderenze agli organi addominali.
  5. Lesioni degli organi pelvici: aperti e chiusi.

Secondo gli studi, nella maggior parte dei casi, le aderenze del bacino si formano con una combinazione di 2 o più cause. Lo sviluppo del processo patologico può verificarsi dopo interventi chirurgici, quando una donna conduce una vita sessuale promiscua, così come se non riceve cure mediche tempestive.

Sintomi

Più aderenze si trovano nella cavità addominale, più intensamente e intensamente appariranno i sintomi del processo patologico. Di solito è diviso in 3 forme: acuta, intermittente e cronica.

Forma acuta

Perché questa forma di adesione è caratterizzata dall'insorgenza di dolore acuto e pronunciato. Le donne soffrono di un costante aumento della loro intensità, della presenza di nausea e vomito. Aumento della temperatura corporea e della frequenza cardiaca.

Uno dei sintomi associati delle aderenze nella pelvi è l'ostruzione intestinale, accompagnata da una diminuzione della pressione sanguigna, sonnolenza, debolezza, diminuzione della diuresi giornaliera, stitichezza. Questa condizione richiede cure mediche urgenti. Spesso in tali situazioni ricorrere alla chirurgia d'urgenza.

Forma intermittente

In questo caso, la patologia potrebbe non manifestarsi. La sindrome del dolore è debole e non molto pronunciata e la maggior parte dei pazienti lamenta, principalmente, disturbi digestivi.

Forma cronica

In questo caso, i sintomi saranno troppo lievi o non appariranno affatto. Di volta in volta una donna avrà dolore addominale inferiore e costipazione. È una forma cronica di patologia che è considerata la più comune.

Una simile deviazione si osserva nell'endometriosi, così come nel decorso latente delle infezioni genitali. In questo caso, le donne non possono rimanere incinte e, avendo rivolto questa lamentela al loro ginecologo, per la prima volta conosceranno la loro diagnosi.

Complicazioni

La mancanza di trattamento delle aderenze nel bacino può causare gravi e serie complicanze. Pertanto, la malattia può portare a:

  • curva dell'utero;
  • rottura dell'ovaio o tube di Falloppio;
  • sanguinamento interno;
  • sepsi.

Le aderenze al bacino provocano una donna che ha una gravidanza extrauterina invece di una normale concezione, con tutte le conseguenze che ne derivano.

Le complicazioni della patologia sono difficili da trattare, quindi se si verificano sintomi sospetti, si dovrebbe cercare aiuto medico il più presto possibile.

Diagnostica

Le adesioni nel bacino sono difficili da diagnosticare. Di regola, non è possibile identificarli al primo esame, ma, tuttavia, il medico può sospettarli.

Per non essere confusi con la diagnosi, è importante condurre una serie di procedure diagnostiche. Pertanto, lo schema di diagnosi include necessariamente:

  • prendendo uno striscio cervicale sulla microflora e sulla citologia;
  • Test PCR;
  • ultrasuoni;
  • Risonanza magnetica degli organi pelvici.

La diagnosi ecografica e la risonanza magnetica vengono eseguite in tutti i casi, dal momento che sono queste procedure a fornire la massima quantità di informazioni necessarie per effettuare una diagnosi. A volte viene effettuata una radiografia dell'utero per valutare la pervietà tubarica. Se viene rilevata la loro ostruzione, la presenza di aderenze nella pelvi sarà confermata quasi al 100%.

Non meno comune è la laparoscopia diagnostica, durante la quale è anche possibile determinare lo stadio del processo patologico. Al primo stadio della patologia, la cattura dell'uovo è ancora possibile, nel secondo diventa difficile, e al terzo diventa completamente impossibile.

Come trattare le aderenze nel bacino?

Il trattamento di una patologia dipende dallo stadio del suo sviluppo, dalla gravità della manifestazione e dalle complicanze associate. Al primo stadio, è possibile eseguire una terapia conservativa complessa, tra cui:

  1. L'uso di antibiotici. Sono necessari se il processo di adesione è il risultato dell'esposizione a microflora patogena. I preparati sono selezionati in base alla sensibilità dei batteri identificati a uno o un altro tipo di sostanze antimicrobiche.
  2. Uso dei FANS. I farmaci antinfiammatori non steroidei sono usati in caso di sindrome da dolore pronunciato ed edema. In parallelo, contribuiscono al riassorbimento delle aderenze nelle fasi iniziali della loro formazione.
  3. Terapia ormonale Gli ormoni sono usati se le aderenze nella piccola pelvi risultano da adenomiosi o endometriosi extragenitale.
  4. L'uso di fibrinolitici. Questo gruppo di farmaci contiene enzimi, la cui azione principale è la scissione dei filamenti del tessuto connettivo. Di conseguenza, le adesioni si risolvono gradualmente - in tutto o in parte.
  5. Condurre vitamina e immunoterapia. Questi farmaci sono prescritti in aggiunta al regime di trattamento principale. Hanno lo scopo di migliorare il benessere generale del paziente e la correzione del sistema immunitario.

Per completare il regime di trattamento, ai pazienti vengono prescritte sessioni di fisioterapia e balneoterapia.

Intervento chirurgico

Con l'inefficacia o inadeguatezza del trattamento conservativo, i medici possono ricorrere alla chirurgia. Spesso è combinato con laparoscopia diagnostica. L'intervento chirurgico è necessario per il decorso acuto, intermittente e cronico del processo patologico (solo nella fase acuta).

Durante l'operazione, la dissezione delle aderenze e la loro rimozione. Eseguire questo metodo laparoscopico di manipolazione.

Esiste un altro metodo operativo per il trattamento delle aderenze nella pelvi: l'uso di un laser. Si consiglia di usarlo se:

  • le aderenze catturano un'area non troppo ampia della cavità addominale;
  • C'è un'opportunità per vedere chiaramente il posto del tessuto spliced.

Se il processo patologico ha interessato un'area troppo grande, viene utilizzato un metodo chirurgico aperto di escissione di interazioni pancreatiche. In questo caso, ricorrere all'uso del trocar, uno strumento speciale che consente l'accesso alla cavità pelvica.

Per l'asportazione di aderenze si può applicare:

  1. Metodo elettrochirurgico, che prevede l'uso di un elettrocauterio speciale per la dissezione e la rimozione delle aderenze.
  2. Metodo di aquadissezione Durante tale procedura, viene utilizzato un fluido speciale, sotto l'influenza del quale i tessuti delle aderenze vengono distrutti.

Rimedi popolari

Il trattamento delle aderenze nella pelvi è possibile e può essere di altissima efficienza, ma è meglio eseguirlo insieme ai farmaci e alle procedure prescritte dal medico. In questo caso, le infusioni preparate sulla base dei fiori e dei semi di piantaggine, aneto, prezzemolo fresco aiutano bene. Ma è necessario parlare della possibilità di una tale terapia con il medico, perché nella migliore delle ipotesi questi strumenti semplicemente non aiuteranno e, nel peggiore dei casi, porteranno a un deterioramento della salute del paziente.

Prevenzione

Impedire lo sviluppo di processi adesivi è possibile solo se il trattamento tempestivo delle malattie infiammatorie e infettive degli organi pelvici. Dovresti anche:

  • evitare l'ipodynamia;
  • sottoporsi regolarmente ad esami ginecologici da un ginecologo;
  • fare sport;
  • evitare l'ipotermia;
  • monitorare il peso corporeo;
  • praticare sesso sicuro, specialmente quando il sesso è promiscuo;
  • abbandonare le operazioni se non vengono eseguite secondo rigide indicazioni;
  • tempestivo e completamente curare le malattie infettive del tratto genitale e malattie sessualmente trasmissibili.

Per evitare lo sviluppo di aderenze dopo l'intervento chirurgico o malattie infiammatorie degli organi pelvici, è necessario:

  • seguire una dieta per evitare stitichezza e gonfiore;
  • completare un corso di fisioterapia;
  • seguire esattamente le modalità dell'attività fisica prescritte dal medico;
  • pianificare la gravidanza;
  • evitare uno sforzo fisico eccessivo per sei mesi dopo l'operazione;
  • Rivolgiti al medico se hai dei sintomi sospetti.

Prospettiva

Il trattamento tempestivo e opportunamente prescritto dà una prognosi favorevole per il recupero. L'intervento chirurgico può ridurre l'intensità del dolore e ripristinare il funzionamento del sistema riproduttivo di una donna di quasi il 60% nei pazienti a cui è stata diagnosticata una malattia adesiva nella fase 1-2 dello sviluppo.

L'uso di una speciale barriera gel contro le adesioni aiuterà a evitare il ripetersi della malattia in futuro.

Lascia Il Tuo Commento