Malattia polmonare ostruttiva cronica: sintomi, trattamento

La broncopneumopatia cronica ostruttiva è una patologia che negli ultimi anni ha iniziato a guadagnare rapidamente slancio e che spesso diventa la causa della morte di pazienti di età superiore ai 45 anni. Colpisce il processo patologico, principalmente le persone che fumano.

La malattia è insidiosa in quanto i suoi primi segni, in particolare, nei fumatori compaiono solo 20 anni dopo l'inizio del fumo. Per molti anni, il processo patologico può essere assolutamente asintomatico. Tuttavia, se non trattata, l'ostruzione delle vie aeree è soggetta a progressione, che porta alla perdita precoce delle capacità lavorative e alla riduzione dell'aspettativa di vita del paziente.

Ecco perché il problema della BPCO nel nostro tempo è particolarmente rilevante.

Cos'è?

La malattia polmonare cronica, o BPCO, è una malattia indipendente in cui si verifica un processo parzialmente irreversibile di limitazione del flusso d'aria nel tratto respiratorio. La patologia è soggetta a progressione graduale ma costante, ed è spesso innescata da processi infiammatori nei tessuti dei polmoni, che si sviluppano sotto l'influenza di varie particelle o gas patogeni.

La malattia inizia con la sconfitta delle mucose dei bronchi. Sotto l'influenza di fattori esterni avversi, il funzionamento del loro apparato secretorio cambia. Cominciano a secernere intensamente il muco, che allo stesso tempo cambia le sue proprietà. In questo contesto, si verifica l'adesione di un'infezione secondaria, che provoca una serie di reazioni che colpiscono direttamente i bronchi, i bronchioli e gli alveoli adiacenti. La situazione è solo aggravata dalla violazione dei rapporti di enzimi proteolitici con antiproteasi, così come in presenza di difetti nella protezione antiossidante dei polmoni.

Criteri importanti nella diagnosi di BPCO sono manifestazioni cliniche (tosse con espettorato e mancanza di respiro), dati storici (presenza di fattori predisponenti alla malattia) e manifestazioni funzionali (diminuzione del FEV1 all'80% e al di sotto, che si verifica dopo l'inalazione corretta del broncodilatatore da opportuni indicatori, combinata con una diminuzione Rapporti FEV1 / FZHEL inferiori al 70%).

La BPCO oggi è un problema molto urgente, perché può portare alla disabilità del paziente e alla disabilità fisica.

Cause della BPCO

Il numero dominante di pazienti affetti da questa patologia sono i forti fumatori, mentre il rapporto tra il numero di sigarette fumate e il periodo durante il quale il paziente ha questa cattiva abitudine viene sempre preso in considerazione. Inoltre, le persone con un sistema bronco-polmonare sono deboli anche senza evidenti manifestazioni cliniche di asma.

Inoltre, la BPCO ha esposto persone:

  • basso peso corporeo;
  • soffre di frequenti recidive di malattie respiratorie (soprattutto bambini);
  • essere fumatori passivi;
  • in condizioni ambientali avverse per un lungo periodo di tempo.

La malattia polmonare ostruttiva cronica può svilupparsi anche nei pazienti non fumatori. In questo caso, stiamo parlando della predisposizione genetica di una persona a questa patologia. La mancanza di alfa-tripsina porta ad uno squilibrio tra i rapporti di proteasi e attività antiproteasi del tessuto polmonare.

Normalmente, si verifica l'azione dell'attività proteasica sotto forma di elastasi neutrofila, metalloproteinasi tissutale, distruzione delle strutture del tessuto connettivo e dell'elastina. Promuove la rigenerazione del parenchima polmonare.

Per quanto riguarda l'attività anti-proteasica di alfa-antitripsina e un inibitore secretoria della proteinasi, il suo compito principale è la regolazione dei processi di distruzione dell'elastina. A questo proposito, le manifestazioni di attività antiprotease sono osservate su base continuativa in pazienti con BPCO. A questo proposito, si verificano cambiamenti distruttivi nel tessuto polmonare. L'attivazione dei neutrofili causa lo sviluppo di broncospasmo, eccessiva produzione di muco intrabronchiale e pronunciato gonfiore delle mucose delle vie respiratorie.

La BPCO grave è sempre accompagnata dall'aggiunta di un'infezione secondaria, che si manifesta sullo sfondo di una ridotta clearance del muco nella proiezione del tratto respiratorio distale. L'infezione ripetuta dei bronchi causa esacerbazione della BPCO, che porta a un significativo deterioramento nel corso della patologia sottostante.

Quindi, la malattia ha la sua catena patogenica di reazioni. È il verificarsi di cambiamenti ostruttivi nei passaggi bronchiali. Di regola, influenzano le parti distali a causa di un forte aumento del volume di muco prodotto e sviluppo di broncospasmo.

Classificazione

Secondo la classificazione generalmente accettata, la BPCO è divisa in 4 fasi. Il criterio principale per la gradazione della patologia è una diminuzione dei rapporti del volume espiratorio forzato (o FEV) e della capacità vitale forzata dei polmoni (o FVC) inferiore al 70%, che viene fissata dopo l'uso di broncodilatatori.

  1. Stadio Zero o Pre-Malattia. Questo stadio è caratterizzato da una maggiore probabilità di sviluppare HBL, ma la trasformazione in questa malattia non si verifica in tutti i casi. Per lo stadio 0, è caratteristica la presenza di tosse con produzione di espettorato senza compromissione della funzione polmonare.
  2. La prima fase della BPCO è caratterizzata da un decorso lieve ed è accompagnata da disturbi ostruttivi minori (FEV per 1 s inferiore all'80% delle norme generalmente accettate), tosse cronica con secrezione di espettorato.
  3. Il secondo stadio è moderato. I disturbi ostruttivi iniziano a progredire (50% in meno di FEV1 <80% del normale). La dispnea e altri sintomi iniziano a manifestarsi, aggravati dallo sforzo fisico.
  4. Il terzo stadio della malattia è caratterizzato da un decorso grave. In questo caso, c'è una significativa limitazione del flusso d'aria durante l'espirazione (30% <FEV, <50% della norma). Aumenta la dispnea, esacerbazioni dell'aumento della patologia.
  5. Il quarto, ultimo, stadio è il più pericoloso. In questo caso, l'ostruzione bronchiale diventa estremamente grave, persino irta di morte. L'insufficienza respiratoria è aggravata e si sviluppa il cuore polmonare e il FEV <30% del normale.

Sintomi

Le manifestazioni sintomatiche della BPCO sono molto scarse. Più specificamente, il quadro clinico di questa patologia consiste di sole 3 manifestazioni:

  1. Tosse. Questo sintomo è presente in tutte le fasi dello sviluppo della patologia. Spesso viene ignorato dal paziente, poiché la sua insorgenza è attribuita a fumo, allergie o altri fattori. La tosse non è accompagnata da dolore, ma con il progredire della malattia, inizia ad aumentare. Succede spesso di notte, ma molti pazienti soffrono di questo sintomo durante il giorno.
  2. Scarico di espettorato Anche in una persona sana, la secrezione di una piccola quantità di espettorato si verifica, quindi, spesso i pazienti non sono consapevoli della presenza di una patologia pericolosa. L'espettorato nella BPCO viene escreto in volumi maggiori, non ha né colore, né sapore, né odore. Con l'esacerbazione della malattia, può acquisire una tinta giallastra o verdastra. Questo indica l'adesione di un'infezione batterica secondaria.
  3. Mancanza di respiro. È con i reclami di difficoltà respiratorie, anche senza particolari sforzi fisici, nella maggior parte dei casi, i pazienti presenti alla prima visita da un pneumologo o da un medico generico. Lo sviluppo di questo sintomo si verifica gradualmente. Di norma, si verifica 10 anni dopo la comparsa della tosse. La gradazione della BPCO dipende dalla gravità della mancanza di respiro. Nelle fasi iniziali, la malattia non si autoalimenta e non influisce sulla qualità della vita del paziente. E solo con il tempo il paziente può notare la comparsa di difficoltà durante la camminata veloce, e quindi - e durante i bassi andamenti. La mancanza di respiro di grado 3 fa sì che la persona faccia delle soste per riprendere fiato. Con 4 gradi di dispnea, queste misure devono essere utilizzate anche durante le faccende domestiche elementari. Arriva al fatto che il paziente inizia a soffocare, anche mentre cambia i vestiti.

La costante carenza di ossigeno nel cervello e la consapevolezza di non poter eseguire un'azione elementare portano allo sviluppo di disturbi mentali nel paziente. Diventa silenzioso, autonomo, apatico. Il paziente è tormentato da stati depressivi, disturbi del sonno, aumento dei livelli di ansia, fino allo sviluppo della paranoia.

Nelle ultime fasi, il paziente ha un deficit cognitivo. Potrebbero verificarsi problemi di sonno, così come periodi di arresto respiratorio improvviso durante il sonno - apnea.

Complicazioni

Le complicanze della BPCO comprendono lo sviluppo di malattie infettive, insufficienza respiratoria o cardiopatia polmonare cronica. Inoltre, i pazienti con questa patologia sono suscettibili al carcinoma broncogeno (cancro del polmone), sebbene non tutti i pazienti abbiano questa complicanza.

  1. Insufficienza respiratoria si manifesta, di solito con mancanza di respiro.
  2. Il cuore polmonare cronico è un processo patologico accompagnato dall'espansione e dall'allargamento delle regioni del cuore destro. Sviluppato a causa di una maggiore pressione nel circolo ristretto di circolazione sanguigna. Questo salto, a sua volta, è dovuto alla malattia polmonare. Il disturbo principale che i pazienti lamentano è la mancanza di respiro.

Diagnostica

La diagnosi della BPCO non è particolarmente difficile. Si basa su:

  1. Storia di raccolta dettagliata. Il medico registra in dettaglio tutte le lamentele del paziente, apprende i possibili prerequisiti per la patologia. In particolare, viene calcolato il numero di sigarette fumate dal paziente al giorno. Successivamente, la cifra risultante viene moltiplicata per l'esperienza di fumare. Se il risultato supera il numero 10, la causa della BPCO indica il fumo.
  2. Esame esterno Nei pazienti con BPCO, la pelle diventa bluastra a causa della carenza di ossigeno. Il torace diventa a forma di botte, le vene del collo si gonfiano, le fosse succlavia e gli spazi intercostali cominciano a gonfiarsi.
  3. Auscultazioni durante cui effettuando il fischiare, i sonagli forti, e anche l'allungamento di un'espirazione sono annotati.
  4. Esami di sangue e urine di laboratorio. A causa del fatto che la malattia è ben studiata, sulla base dei risultati di questi studi, è possibile creare un quadro chiaro della patologia e avere un'idea dello stato di salute del paziente.
  5. diffrazione di raggi X. Sulla radiografia ci sono segni di enfisema.
  6. Spirograph. Questa procedura aiuta a valutare la funzione respiratoria dei polmoni.
  7. L'uso del metodo diagnostico della droga. È necessario per la differenziazione della BPCO dall'asma. Quindi, un certo farmaco viene iniettato nel paziente, dopo di che il medico osserva il suo effetto sul corpo. Nell'asma, i farmaci mostrano un'efficacia pronunciata, mentre nella BPCO è molto più bassa.

Sulla base dei dati ottenuti, viene effettuata una diagnosi, viene determinata l'intensità dei sintomi della malattia e viene prescritto un trattamento adeguato.

Trattamento della malattia polmonare ostruttiva cronica

I principi di base del trattamento per la BPCO sono:

  • smettere di fumare;
  • inizio tempestivo delle cure mediche;
  • sviluppare un regime di trattamento da parte del medico curante per ciascun paziente individualmente, tenendo conto della gravità della sua condizione, dei sintomi presenti e della loro intensità;
  • vaccinazione di pazienti contro l'influenza e le infezioni da pneumococco (ovviamente solo su base volontaria);
  • sforzo fisico per migliorare la funzione respiratoria (aiuta a rinforzare i polmoni ogni giorno a piedi di 20 minuti all'aria aperta).

Nella BPCO grave e lo sviluppo di insufficienza respiratoria sono inalati ossigeno.

Smettere di fumare

Smettere di fumare non è così facile come sembra. Dal momento che la BPCO si sviluppa principalmente nelle persone che sono forti fumatori, sarà molto difficile per loro abbandonare la loro cattiva abitudine. Tuttavia, è questo passo che dà speranza per il sollievo dei sintomi della malattia e il miglioramento delle proiezioni di vita.

Per accelerare il processo di eliminazione della dipendenza da tabacco, è possibile ricorrere alle seguenti misure:

  • l'uso di cerotti cutanei usati come trattamento sostitutivo della nicotina;
  • consultazioni con un narcologo, uno psicologo e altri medici specialisti;
  • partecipazione a programmi di gruppo e sessioni di auto-aiuto per i fumatori;
  • auto-modellando dal paziente l'umore psicologico che il fumo è dannoso e pericoloso per la salute e anche per la vita.

I programmi anti-tabacco contribuiscono a prolungare la vita di un paziente con BPCO, in media, per 1 anno. Certo, non sono gratuiti, ma molto efficaci, come ha dimostrato la pratica di molti paesi sviluppati europei e non europei (Gran Bretagna, USA).

Farmaci

La farmacoterapia ha diversi obiettivi:

  • ridurre l'intensità dei sintomi della BPCO;
  • inibizione della progressione del processo patologico;
  • prevenzione di frequenti recidive di patologia.

La malattia non può essere completamente guarita, ma è abbastanza possibile alleviarne il corso usando determinati farmaci. A tal fine, è ricorso all'appuntamento:

  • broncodilatatori;
  • farmaci basati su GCS;
  • farmaci espettoranti;
  • inibitori della fosfodiesterasi-4;
  • immunomodulatori.

Ciascuno dei gruppi di farmaci di cui sopra ha il proprio meccanismo di azione e le caratteristiche dell'applicazione. A proposito di qualsiasi auto-trattamento non può andare!

Broncodilatatori

Il meccanismo d'azione dei broncodilatatori è quello di espandere il lume bronchiale, facilitando così il movimento dell'aria attraverso di essi durante l'espirazione. Inoltre, questo gruppo di farmaci migliora significativamente la tolleranza dello stress fisico.

I farmaci broncodilatatori sono suddivisi in diversi sottogruppi:

  1. Stimolatori beta di breve durata. Questi includono farmaci Salbutamol, Ventolin, Fenoterol.
  2. Stimolanti beta a lunga durata d'azione: Salmoterolo, Formoterolo.
  3. Cholinolitici di breve efficacia: Atrovent (ipratropium bromuro).
  4. Chololitolitici con effetto prolungato: Spiriva (tiotropium bromuro).
  5. Xantina (Eufillina, Teofillina, Neofillina).

La maggior parte bonholitikov destinato per l'inalazione. Allo stesso tempo, possono essere dispensati in diverse forme - polveri per inalazione, aerosol, inalatori che si attivano durante l'inspirazione, nebulose con una soluzione di nebulizzatore, ecc. È interessante notare che per i pazienti gravi, così come per i pazienti con disabilità mentali, è preferibile usare liquidi soluzioni per inalazione attraverso un nebulizzatore.

Broncodilatatori: il principale componente della terapia per la BPCO. Possono essere usati sia indipendentemente che come parte di un trattamento completo.

Il secondo e il quarto gruppo di broncodilatatori sono raccomandati per l'uso permanente, poiché hanno un effetto prolungato. Se necessario, nella nomina di farmaci a corto raggio, viene data preferenza alla combinazione di fenoterolo con ipratropio bromuro (ad esempio, Berodual).

Le xantine (Eufillina, Teofillina, Neofillina) sono assunte in compresse. Tuttavia, possono causare gravi reazioni avverse, quindi il loro uso prolungato non è pratico.

Ormoni glucocorticosteroidi (GCS)

GCS - potenti farmaci anti-infiammatori.Sono prescritti a pazienti con BPCO grave ed estremamente grave, nonché con l'esacerbazione della malattia, che procede in misura moderata.

È preferibile utilizzare il GCS sotto forma di inalazione (budesonide, beclometasone, ecc.). Tale uso riduce al minimo la frequenza degli effetti collaterali sistemici, che si manifestano spesso quando i farmaci ormonali di questo gruppo vengono assunti per via orale.

GCS non è praticamente prescritto isolatamente - è preferibile combinarli con beta-agonisti. Questa combinazione è la più adatta per il trattamento a lungo termine della BPCO. L'elenco dei GKS combinati più frequentemente nominati:

  • Symbicort (principi attivi - formoterolo e budesonide);
  • Seretide (salmoterolo e fluticasone).

Nella BPCO grave può essere necessario l'uso sistemico di glucocorticosteroidi, prednisolone, desametasone, Kenalog. Tuttavia, il loro uso prolungato minaccia lo sviluppo di gravi effetti collaterali che possono manifestarsi sotto forma di lesioni erosive e ulcerative del tubo digerente, lo sviluppo della sindrome di Itsenko-Cushing, il diabete steroideo, l'osteoporosi ossea, ecc.

È importante ricordare che sebbene i broncodilatatori siano la base per il trattamento della BPCO, possono portare a gravi disagi, pertanto il regime di trattamento, compresa la prescrizione di farmaci specifici, il loro dosaggio e la durata del corso del loro uso, è sviluppato solo dal medico curante individualmente per ciascun paziente.

Altre droghe

Se è difficile tossire ed espettorare, vengono prescritti i mucolitici. Uno dei più efficaci è la droga Daxas.

Questo è un nuovo farmaco relativo appartenente al gruppo degli inibitori della fosfodiesterasi-4. Differisce in una lunga azione antinfiammatoria e può essere nominato in alternativa a GCS. È rilasciato sotto forma di compresse.

Assumere 1 compressa (500 mg) 1 volta al giorno per BPCO grave ed estremamente grave. Tuttavia, il farmaco ha i suoi svantaggi, il principale dei quali è l'alto costo e alti rischi di effetti collaterali (nausea, vomito, vertigini, ecc.).

Il farmaco Erespal ha anche un pronunciato effetto anti-infiammatorio, quindi può anche essere usato per alleviare la condizione di un paziente con BPCO.

In parallelo con la farmacoterapia è un corso di fisioterapia. In particolare, la ventilazione a percussione intrapolare dei polmoni è una manipolazione durante la quale la generazione di piccoli flussi d'aria entrano nei polmoni con l'aiuto di rapidi tremori. Sono creati da un dispositivo medico speciale.

Cura per i pazienti con BPCO grave

Come già notato, la BPCO è una patologia rapidamente progressiva. Ma la velocità del suo sviluppo dipende da quanto velocemente una persona adatta il suo stile di vita. Un ruolo particolarmente importante è svolto dalla completa cessazione del fumo. Durante la diagnosi della forma moderata della malattia, il paziente viene sottoposto ad una visita medica speciale per ottenere un gruppo di disabilità.

Con un grado estremamente grave di BPCO, il paziente non può più tollerare l'esercizio. A volte è estremamente difficile per lui fare pochi passi. In tali circostanze, il paziente non può fare a meno di un aiuto esterno.

Le inalazioni vengono effettuate solo utilizzando un nebulizzatore. L'ossigenoterapia a flusso ridotto ha una buona efficacia.

Ai fini della sua implementazione vengono utilizzati mozzi portatili appositamente realizzati. Non richiedono il riempimento supplementare con l'ossigeno, poiché lo generano direttamente dall'aria. L'ossigenoterapia contribuisce al prolungamento della vita di un paziente con BPCO.

Previsione e aspettativa di vita

Non si parla di recupero completo per la BPCO. Con la progressione costante della patologia, il paziente diventa disabilitato. Le proiezioni per la BPCO dipendono da:

  • la possibilità di escludere gli effetti dei fattori provocatori;
  • piena conformità da parte del paziente con tutte le raccomandazioni del medico in merito al trattamento prescritto;
  • stato sociale ed economico del paziente.

La prognosi è sfavorevole per i pazienti con grave malattia cardiovascolare, insufficienza respiratoria, patologia bronchiale e per i pazienti anziani. Molte persone con gravi malattie muoiono entro un anno.

Per la prevenzione della BPCO, è necessario smettere di fumare, seguire le norme di sicurezza quando si lavora in imprese pericolose, per prevenire l'esacerbazione di altre malattie broncopolmonari.

Guarda il video: BPCO: nuovo farmaco che combina tre molecole in un unico inalatore (Ottobre 2019).

Lascia Il Tuo Commento