Come trattare la sindrome da stanchezza cronica a casa

La sindrome da stanchezza cronica (abbreviata in CFS) è una condizione patologica psicofisica e fisiologica che si sviluppa sullo sfondo dell'esaurimento. Con questa malattia, una persona si sente fisicamente o mentalmente oberata di lavoro anche dopo un buon riposo. Una tale sensazione di affaticamento costante è molto più pericolosa di quanto pensino i pazienti, quindi non può essere ignorata.

La maggior parte di tutti i CFS sono soggetti a residenti di grandi città. Se parliamo del quadro di età, la sindrome è più comune nei giovani - dai 25 ai 45 anni. Le persone che ricoprono posizioni di responsabilità e che hanno seri doveri devono monitorare attentamente le loro condizioni.

Sono anche a rischio di sviluppare la sindrome da affaticamento cronico.

Sfondo storico

La patologia ha preso il nome nel 1984, quando si è verificata una vera epidemia di CFS nello stato del Nevada. Casi di incidenza "collettiva" di questa sindrome nella città di Incline Village sono stati registrati dal Dr. Paul Cheney. Circa 200 pazienti si sono lamentati di debolezza costante, diminuzione del tono muscolare, cattivo umore e attacchi di depressione. Di conseguenza, la presenza del virus dell'herpes di tipo 4 (Epstein-Barr) o dei relativi rappresentanti di herpes virus o anticorpi ad essi è stata determinata nel sangue. Tuttavia, non è stato possibile scoprire le cause esatte della patologia in quel momento.

Dopo questo, sono stati notati casi di CFS in:

  • Los Angeles (1934);
  • Islanda (1948);
  • Londra (1955);
  • Florida (1956).

La sindrome da stanchezza cronica può svilupparsi in qualsiasi persona, indipendentemente dal luogo di residenza e dallo stato sociale.

Nel 2009, gli scienziati americani hanno pubblicato un articolo che descriveva l'effetto sul corpo di topi sperimentali del virus che provoca CFS. Tuttavia, il lavoro dei ricercatori è stato sottoposto a dure critiche, e le loro argomentazioni sono state confutate, perché questo virus non è stato identificato nel sangue di persone che hanno preso parte a un altro esperimento.

Ma abbastanza recentemente, un gruppo di scienziati ha dimostrato che è stato scoperto un virus nel sangue dei pazienti. Secondo loro, appare quando l'immunità di una persona è in costante tensione.

Nel 2016, gli scienziati britannici hanno pubblicato un articolo in cui affermavano con assoluta certezza che esiste il virus CFS. Inoltre, la maggior parte di loro sono bambini adolescenti.

Motivi

Al centro dello sviluppo della CFS c'è una violazione dell'interazione tra il sistema nervoso autonomo e centrale. Il primo è responsabile della produzione di sostanze necessarie per lo sviluppo dell'inibizione nel sistema nervoso centrale. Quando l'immunità è in costante tensione, l'infezione da virus della sindrome da stanchezza cronica è solo una questione di tempo.

Spesso la causa di CX è una malattia infettiva, l'agente causale di cui è un virus, "sedimentazione" nel corpo umano per lungo tempo. In questo caso, sbarazzarsi di esso con l'aiuto di farmaci non è possibile.

Lo sviluppo della CFS può verificarsi sotto l'influenza dell'infezione:

  • herpes virus di tipo 4 (Epstein-Barr);
  • citomegalovirus;
  • enterovirus (compresi i virus Coxsackie);
  • virus dell'herpes di tipo 6;
  • virus dell'epatite C;
  • retrovirus.

Lo sviluppo della malattia si verifica quando i centri responsabili dell'attività intellettuale ed emotiva sono sovraccaricati. Le stesse parti del cervello che "si accendono" durante l'attività fisica rimangono inutilizzate.

Quindi, la maggior parte di tutti i CFS sono soggetti a:

  • residenti di grandi città, città;
  • persone che vivono in condizioni ambientali e igieniche insoddisfacenti;
  • persone che lavorano in posizioni con maggiore responsabilità: autisti, operatori sanitari, piloti, ecc .;
  • imprenditori;
  • pazienti con patologie croniche della tiroide, malattie cardiovascolari, malattie autoimmuni;
  • persone che sono spesso esposte a malattie virali;
  • adolescenti e candidati;
  • le persone che abusano di cibi nocivi, così come quelli nella cui dieta vi è una chiara carenza di micro e macro elementi;
  • persone esposte a stress frequente, sconvolgimenti psico-emotivi, depressione;
  • chi soffre di allergie;
  • perfezionisti;
  • personalità sospettose e in conflitto;
  • persone che sono spesso in contatto con sali di metalli pesanti;
  • alcolisti;
  • tossicodipendenti.

È anche noto che i rappresentanti del sesso debole sono i più suscettibili a questa malattia, così come le persone che vivono paure, stress, insoddisfazione della vita e se stessi. Mancanza di sonno, ipodynamia, rare passeggiate all'aria aperta, assunzione incontrollata di antistaminici, farmaci ormonali, ipotensivi, ipnotici - tutti questi fattori possono anche causare lo sviluppo della sindrome da affaticamento cronico.

Primi segni e sintomi

Il quadro clinico della sindrome da affaticamento cronico è piuttosto vario e mutevole, pertanto è impossibile identificare eventuali sintomi che indichino questa particolare malattia. Tuttavia, i medici attirano l'attenzione dei pazienti su determinati segni mediante i quali la CFS può essere riconosciuta.

La maggior parte dei pazienti, durante una conversazione con un medico, lamenta la presenza di:

  • affaticamento anche dopo una buona notte di riposo;
  • frequenti attacchi di mal di testa senza motivo apparente;
  • sonnolenza, perdita di forza e malessere generale durante il giorno;
  • problemi nell'addormentarsi anche dopo un'intensa attività fisica;
  • esplosioni irragionevoli di rabbia e attacchi di irritabilità;
  • frequenti cambiamenti d'umore che il paziente stesso non può spiegare;
  • reazioni allergiche;
  • deterioramento cognitivo;
  • frequenti episodi di malattie infettive;
  • infiammazione dei linfonodi - cervicale e ascellare;
  • frequente faringite;
  • dolore muscolare di eziologia sconosciuta.

La CFS è diversa dal normale superlavoro in quanto nel secondo caso la sensazione di affaticamento passa dopo un buon riposo. Con la malattia, anche una notte di sonno o una scarica prolungata del cervello non portano sollievo. Una persona si sente "rotta" anche se non ha mai avuto problemi fisici o mentali.

Diagnostica

Nella maggior parte dei casi, i sintomi della sindrome da stanchezza cronica non compaiono separatamente, ma in un complesso. In questo caso, il paziente deve ascoltare attentamente il suo corpo e annotare eventuali cambiamenti negativi. Prima viene rilevata la malattia, più efficaci saranno la diagnosi e la terapia.

Sensazione costante di affaticamento, apatia, bruschi cambiamenti di umore, sensazione di debolezza in tutto il corpo, anche dopo un lungo riposo, sono i sintomi che dovrebbero allertare il primo. Possono ben indicare la presenza di CFS.

Dovresti anche essere allarmato quando, sullo sfondo della salute generale e del normale funzionamento del sistema immunitario, una persona sviluppa spesso raffreddori o malattie infettive. In questo caso, la sindrome da stanchezza cronica appare nel modo più chiaro possibile. Il corpo lancia tutta la sua forza per combattere la malattia di base, che diventa un buon terreno per la progressione della CFS.

In tali circostanze, è impossibile ritardare una visita dal medico. La sindrome da affaticamento cronico è una malattia molto pericolosa che può avere conseguenze estremamente gravi (vedi sotto).

Quale medico contattare?

È impossibile dare una risposta inequivocabile alla domanda su quale medico dovrebbe essere indicato in caso di sospetta CFS. Il paziente può decidere da solo quale specialista raccontare della sua malattia. Daremo una lista di medici con cui è possibile parlare della malattia esistente.

  1. Terapeuta. Se i sintomi della CFS si manifestano con frequenti focolai di malattie infettive o catarrali, il terapista aiuterà a capirne le cause. Condurrà un esame primario, prescriverà il trattamento delle malattie attuali e indirizzerà il paziente a uno specialista per ulteriori diagnosi.
  2. Psicologo. Stress, turbolenze emotive o tensione nervosa: queste sono le ragioni per lo sviluppo della CFS che sono di responsabilità dello psicologo. Prescriverà la terapia sintomatica e darà consigli su come evitare nuovi attacchi della malattia.
  3. La consultazione di un neurologo è parte integrante della diagnosi di CFS. Poiché i sintomi della malattia sono strettamente associati a disturbi del sistema nervoso, è il neurologo che può determinare con precisione la fonte del disturbo e prescrivere un trattamento adeguato.
  4. Immunologo. I frequenti raffreddori e le patologie infettive indicano la depressione del sistema immunitario. In tali circostanze, è necessario l'aiuto di un immunologo. Prescriverà farmaci che aiuteranno a lanciare il meccanismo di difesa naturale del corpo e questo, a sua volta, contribuirà a una lotta più efficace contro le patologie manifestate.
  5. A volte la CFS può manifestarsi sullo sfondo di un'interruzione endocrina, nel qual caso il paziente avrà bisogno dell'aiuto di un endocrinologo.

Identificare la CFS non è un compito facile, perché la malattia è ben mascherata sotto varie patologie. Un criterio importante in questo caso è la presenza di costante malessere e sentimenti di affaticamento per sei mesi o più. La malattia è spesso accompagnata da condizioni depressive. Se hai almeno 4 dei suddetti sintomi e non scompaiono per 6 mesi, questo dovrebbe essere un motivo per andare dal medico.

Trattamento della Sindrome da Stanchezza Cronica

Il trattamento della malattia dovrebbe essere completo e completo. Oltre a fare aggiustamenti nello stile di vita e nella dieta, oltre a superare un corso di fisioterapia, è importante che il paziente osservi le prescrizioni del medico in termini di farmacoterapia.

L'automedicazione per il trattamento sintomatico della sindrome da stanchezza cronica dovrebbe essere evitata. Gli agenti farmacologici sono selezionati e prescritti esclusivamente da un medico e l'età del paziente e l'intensità del quadro clinico sono necessariamente prese in considerazione. Inoltre, viene presa in considerazione la presenza di altre malattie o disturbi somatici nel paziente.

Pertanto, un approccio competente e integrato alla terapia nella sindrome da stanchezza cronica gioca un ruolo estremamente importante. I seguenti componenti possono essere inclusi nel regime di trattamento:

  1. Farmaci ausiliari. Quando alla CFS vengono spesso prescritti farmaci nootropici, antistaminici, tranquillanti diurni, enterosorbenti. Gli appuntamenti vengono presi solo dopo un attento esame del paziente e lo studio dei sintomi che lo preoccupano.
  2. Giorni di digiuno (mini-diete), che contribuiscono alla creazione di tutti i processi nel corpo. La pratica medica mostra che tali cambiamenti aiutano a ripristinare la vitalità ed eliminare i sintomi della CFS.
  3. Trattamento metabolico Questa tecnica terapeutica ha lo scopo di ripristinare l'equilibrio vitaminico nel corpo, nonché la sua fornitura con i micro e macro elementi necessari. L'uso di metaboliti naturali aiuta a migliorare la composizione dei nutrienti necessari per eliminare gli effetti dell'ipossia tissutale.
  4. Immunoterapia. Questo metodo di trattamento prevede l'uso di immunomodulatori e adattogeni. Questi farmaci attivano il lavoro dell'immunità, contribuiscono all'aumento delle difese del corpo.
  5. Il corso di fisioterapia e terapia fisica. Prima di tutto, è necessario includere la riflessoterapia, il massaggio, la terapia fisica, gli esercizi di respirazione, le procedure fisiche e il nuoto in questo elenco. Tutte queste tecniche terapeutiche aiutano a rafforzare il sistema immunitario, normalizzano la circolazione sanguigna e il metabolismo dell'ossigeno nel corpo, e hanno semplicemente un effetto positivo su tutti gli organi e sistemi.
  6. Assistenza psicologica Tale trattamento aiuta a ripristinare l'intero stato psico-emotivo di un paziente con CFS. Questa tecnica include molte procedure diverse: allenamento autogeno, sessioni con uno psicologo, attività di rilassamento, ecc.

Abbastanza spesso, i medici notano la completa scomparsa dei sintomi della CFS dopo che il paziente ha cambiato il suo ambiente. Non si tratta di riposo a breve termine o cambiamenti periodici a breve termine nelle condizioni di vita. Solo aggiustamenti cardinali possono aiutare a sbarazzarsi della sindrome da stanchezza cronica.

Affinché la malattia non si faccia più sentire, è necessario organizzare correttamente il regime di lavoro e riposo. E ciò riguarda non solo l'attività fisica, ma anche mentale.

Fisioterapia

Il trattamento della CFS con soli farmaci è inappropriato, anche se hanno una buona efficacia. Parallelamente, al paziente viene prescritto un corso di fisioterapia. Il medico può consigliarti di sottoporsi a un trattamento completo, oppure dare la direzione al paziente per una procedura specifica.

Si possono ottenere risultati abbastanza buoni dalla conduzione di:

  1. Massaggio rilassante La manipolazione viene eseguita solo quando il paziente si trova in uno stato di riposo completo. Aiuta ad eliminare dolori muscolari, affaticamento, tensione.
  2. Trattamento laser Innovazione nel trattamento della sindrome da affaticamento cronico. Con l'aiuto di questa procedura, il metabolismo viene migliorato, i processi di rigenerazione vengono ripristinati e stimolati, il funzionamento del sistema nervoso centrale migliora.
  3. Agopuntura. Questo è un metodo alternativo di terapia, che tuttavia viene spesso usato per trattare la sindrome da stanchezza cronica. L'essenza della tecnica risiede nell'impatto su alcuni punti attivi del corpo, che aiuta a intensificare il funzionamento intensivo di tutti gli organi e sistemi. Elimina il dolore, aiuta a combattere l'insonnia e aiuta a recuperare.
  4. Idroterapia. Sotto l'influenza dell'acqua sul corpo del paziente, la tensione è alleviata, il sistema nervoso è rilassato, il sonno sta migliorando.
  5. Terapia fisica. La fisioterapia ha un effetto fortificante sul corpo, stimola il sistema immunitario, elimina il nervosismo, l'irritabilità e, paradossalmente, non sembra affaticare. Dopo diverse sedute, il paziente avverte un'ondata di forza e vitalità. Inoltre, con l'aiuto di un regolare esercizio fisico, lo stato psico-emotivo viene stabilizzato, il dolore muscolare, l'apatia e la debolezza generale vengono stabilizzati.
  6. Magnetoterapia. Aiuta bene nella CFS che si sviluppa sullo sfondo dei disturbi endocrini. Questa procedura promuove l'anestesia e il massimo rilassamento.

La durata della fisioterapia è determinata in base alla durata del corso del trattamento farmacologico. Se la farmacoterapia non è stata prescritta, una visita alla sala di fisioterapia deve essere effettuata dal paziente rigorosamente secondo il piano elaborato dal medico.

Rimedi popolari

I rimedi popolari possono far fronte all'eliminazione dei sintomi e alla prevenzione dell'ulteriore sviluppo della sindrome da affaticamento cronico. Molte ricette vanno bene con i farmaci prescritti, ma il paziente deve discutere questa combinazione con il suo medico.

Ci sono anche questi mezzi di medicina alternativa che possono essere usati come metodi indipendenti di terapia. Le ricette più efficaci e utili sono elencate di seguito.

  1. Mescolare 100 g di miele fresco con 45 ml di aceto di sidro di mele, sbattere fino a che liscio. Bere 5 ml al giorno.
  2. Diluire in 200-250 ml di acqua con 5 ml di miele e aceto di mele. Aggiungi una goccia di iodio e mescola. Pronto medicina da bere durante il giorno. Il corso della terapia dipende dalle dinamiche positive della terapia.
  3. Tarassaco - fiori con foglie - e alcuni gambi di ortica (100 g di ciascun ingrediente), schiacciati e mescolati con aria e assenzio (1 cucchiaio. L.). Una miscela di erbe versa 0,5 litri di alcol e insiste per 2 settimane. Prendi 5 ml al giorno, dopo averlo diluito in - ½ tazza di acqua.
  4. 1 cucchiaio. l. Iperico versare un bicchiere di acqua bollente e lasciare per un'ora. Bevi un terzo di bicchiere prima di ogni pasto.
  5. Grattugiare un piccolo pezzo di radice di zenzero fresco su una grattugia e versarvi sopra una tazza di acqua bollente. Quando il tè si è raffreddato un po ', devi aggiungere miele e una fetta di limone.

Correzione dietetica

Il farmaco e la fisioterapia, ovviamente, aiutano a combattere le manifestazioni della sindrome da stanchezza cronica, ma anche le correzioni giocano un ruolo importante. Per sviluppare la dieta giusta adatta a una persona in particolare, è necessario contattare un nutrizionista.

Questo è molto importante perché la sindrome da stanchezza cronica, oltre ai sintomi principali, può svilupparsi in altri due scenari:

  1. Il paziente perde completamente interesse per il cibo, prova disgusto per questo. In questo caso, può andare letteralmente affamato tutto il giorno.
  2. Il paziente inizia a consumare eccessivamente il cibo in grandi quantità. Di conseguenza, sviluppano rapidamente l'obesità, soprattutto sullo sfondo dell'ipodynamia, caratteristica della sindrome da stanchezza cronica.

Prevenzione

Prevenire lo sviluppo della malattia è molto più facile che curarla o lottare con le sue conseguenze. E la sindrome da stanchezza cronica non fa eccezione. Per evitare che si verifichi è necessario:

  1. Pianifica correttamente la tua giornata. Tempo distribuito razionalmente, alternanza di lavoro e riposo (sia fisico che mentale), passeggiate quotidiane all'aria aperta, buon sonno sono le garanzie più importanti per prevenire lo sviluppo della sindrome da affaticamento cronico.
  2. Rinuncia alle cattive abitudini. L'eliminazione di alcol e tabacco sono la base per prevenire lo sviluppo di molte malattie e non solo la sindrome da stanchezza cronica.
  3. Segui una dieta ben bilanciata. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata non solo al cibo, ma anche alle bevande consumate. Eccessivo entusiasmo per il caffè, la cosiddetta "energia", il forte tè nero spesso porta alla distruzione di molti organi e sistemi.
  4. Conduci uno stile di vita attivo. L'esercizio fisico moderato aiuta a stabilire la circolazione sanguigna in tutto il corpo e fornisce anche tutte le sue cellule con abbondante ossigeno.
  5. Cambia la situazione. Se i focolai della CFS sono associati alla routine che ti circonda, significa che è giunto il momento di apportare modifiche in quest'area. Riposare in mare o in resort, andare nella natura, nella foresta aiuta a ridurre significativamente il carico sul sistema nervoso.
  6. Dare la preferenza alla corretta alimentazione. Escludendo i fast food, riducendo la quantità di cibi ipercalorici consumati, piatti grassi e piccanti - uno dei requisiti principali. Invece, la preferenza dovrebbe essere data a frutta, verdura, zuppe e cereali di cereali diversi.

Prospettiva

La CFS non è considerata una malattia potenzialmente letale per il paziente e può anche andare via senza trattamento. Tuttavia, con stress regolari, può riapparire e avere un effetto negativo sull'immunità.

Nelle persone di età superiore ai 40 anni, la malattia può differire in un decorso prolungato, specialmente se la CFS si è manifestata sullo sfondo di depressioni costanti e profonde. Se i primi sintomi vengono rilevati entro 2 anni dall'inizio della patologia, il paziente può sperare in un completo recupero.

Guarda il video: Prof. Umberto Tirelli - Sindrome da Fatica Cronica (Ottobre 2019).

Lascia Il Tuo Commento