Supplementi di ferro per l'anemia: una lista dei migliori

L'anemia da carenza di ferro è una delle malattie ematologiche più comuni.

Inoltre, è più spesso diagnosticato nelle donne, ma può essere diagnosticato negli uomini. La malattia riduce significativamente la qualità della vita, provoca vertigini, debolezza, affaticamento. Inoltre, la malattia è accompagnata da pelle secca, capelli fragili, pelle pallida, perdita di capelli, tachicardia, mancanza di respiro, laminazione e unghie fragili. A causa della mancanza di ferro nel sangue, una persona diventa pigra, debole, apatica, perde vigore e interesse per tutto ciò che lo circonda.

Per confermare la diagnosi di un esame del sangue per l'emoglobina e il ferro. Se viene rilevata una diminuzione di questi parametri, al paziente vengono prescritti speciali farmaci contenenti ferro.

Quando vengono prescritti preparati di ferro?

I farmaci a base di ferro sono prescritti a pazienti con anemia diagnosticata o predisposizione alla malattia. Spesso il processo patologico si verifica sullo sfondo della malnutrizione, durante la gravidanza, come complicazione di varie malattie, ecc. In questi casi vengono prescritti farmaci contenenti sali o idrossido di ferro. Contribuiscono all'equilibrio del ferro nel corpo, ma sono scelti individualmente per ciascun paziente.

Ciò che è importante non è tanto il costo del farmaco, quanto il dosaggio dell'elemento in traccia in 1 compressa. La corretta determinazione della giusta quantità di ferro aiuta ad evitare il sovradosaggio del farmaco. Inoltre, la sostanza in eccesso non apporta alcun beneficio all'organismo, poiché deriva semplicemente da esso senza assimilazione.

Oltre alla dose del principio attivo, quando si sceglie un medicinale, è necessario prestare attenzione a:

  1. Composizione. Per il trattamento dell'anemia, è preferibile assumere un farmaco monocomponente. Ma per la prevenzione della malattia sono adatti complessi multivitaminici.
  2. Modulo di rilascio Solitamente tali farmaci sono prescritti sotto forma di pillola. Ma a volte c'è bisogno di iniettare il farmaco. Questo approccio alla terapia viene eseguito solo in ospedale, o su base ambulatoriale, ma da un medico specialista.
  3. Produttore e prezzo del farmaco. Queste domande sono discusse individualmente con ciascun paziente.

Effetti collaterali

Quando si ricevono più di 4 mg di ferro per 1 kg aumenta la probabilità di effetti collaterali. Principalmente colpiscono gli organi digestivi e si manifestano:

  • nausea;
  • sensazione di pesantezza nella regione epigastrica;
  • vomito;
  • diminuzione o perdita di appetito;
  • distensione addominale;
  • flatulenza;
  • stitichezza o diarrea;
  • prurito con o senza eruzione cutanea.

Tieni presente che la colorazione delle feci in un colore scuro non è un effetto collaterale. Questo è solo un segno che i resti di ferro non digerito sono stati eliminati dal corpo.

La somministrazione endovenosa o intramuscolare di tali farmaci può causare:

  • malessere generale;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • la debolezza;
  • sapore metallico in bocca;
  • nausea;
  • gastralgia;
  • vomito (raramente);
  • mal di schiena;
  • dolore articolare o muscolare;
  • ipertermia (rara)
  • shock anafilattico (raro);
  • linfoadenopatia (raramente);
  • maree;
  • tachicardia;
  • ipotensione;
  • arrossamento del viso;
  • gonfiore della pelle;
  • dolore al sito di iniezione;
  • iperemia cutanea nella zona della puntura.

I preparati di ferro dovrebbero essere assunti rigorosamente secondo lo schema sviluppato dal medico. In caso contrario, potrebbero verificarsi sintomi di sovradosaggio, che sono identici agli effetti collaterali. Tuttavia, appaiono con maggiore intensità e possono portare a gravi conseguenze: sincope, disidratazione, collasso, ecc.

Quando si iniettano tali farmaci, il sovradosaggio può portare a un eccesso di ferro nel corpo. Questo è il motivo per cui prima della nomina di questa forma di farmaco, è importante condurre un esame approfondito del paziente per una valutazione obiettiva della sua condizione.

Per eliminare i sintomi da sovradosaggio, devi prendere un assorbente, sciacquare lo stomaco. Uno dei metodi per alleviare la condizione è la stimolazione artificiale del vomito, l'assunzione di uova di pollo crudo o latte. Se necessario, la terapia sintomatica è effettuata.

Elenco di farmaci per il trattamento dell'anemia da carenza di ferro

I migliori farmaci per il trattamento di questa deviazione sono:

  • Maltofer o Maltofer-fallo;
  • Ferro-Folgamma;
  • Fenyuls.

Le donne incinte sono raccomandate alla reception:

  • Gyno-tardiferon;
  • totem;
  • Sorbifera Duruli;
  • Maltofer;
  • Ferrum-Lect.

I bambini per il trattamento dell'anemia sideropenica sono prescritti:

  • Aktiferrin;
  • tardiferon;
  • totem;
  • Venofer;
  • Ferrum-Lect.

Farmaci per l'anemia in forma di pillola

Di seguito è riportata una breve panoramica delle compresse di Ferrum utilizzate per il trattamento dell'anemia da carenza di ferro.

  1. Aktiferrin è un farmaco combinato, somministrato sotto forma di gocce e capsule per somministrazione orale.
  2. Hemofer Prolongatum - compresse per somministrazione orale.
  3. Tardiferon è una preparazione per compresse che, oltre al ferro, contiene anche vitamina C e mucoproteosi.
  4. Ferrogradumet - compresse rivestite con film. Contenere solfato di ferro e matrice plastica.
  5. Hemsineral TD - granuli contenenti ferro, cianocobalamina e vitamina B9.
  6. Ferronal è una forma di compresse di ferro contenente 300 mg di principio attivo. Analogico - Ferrogluconate.
  7. Fenuls è un agente combinato rilasciato sotto forma di capsule per n / a somministrazione. Consiste dei componenti principali di riboflavina, vitamine C e B9, solfato ferroso, piridossina, cianocobalamina, cisteina.
  8. Gyno-Tardiferon - compresse contenenti 80 mg della sostanza attiva. Oltre al ferro, il farmaco contiene anche vitamina B9, acido ascorbico e mucoproteosi.
  9. Heferol - capsule contenenti 100 mg di ferro in 1 pz. Contenere l'acido fumarico.
  10. Globiron - capsule a base di solfato ferroso, vitamine B6, B9 e B12.
  11. Totem - soluzione per somministrazione orale. 1 fiala contiene 10 ml di farmaco. Oltre al ferro, il farmaco include zinco, sodio benzoato / citrato.
  12. Ranferon-12 - elisir (5 ml, 41 mg della sostanza attiva) e capsule (100 mg / pc.) Per somministrazione orale.
  13. Sorbifer Durulis - capsule contenenti 100 mg di ferro.

Un farmaco adatto è prescritto dal medico curante individualmente per ciascun paziente, in base alla gravità della malattia.

Preparati di ferro per uso parenterale

La terapia parenterale è prescritta:

  1. Se l'anemia da carenza di ferro si è sviluppata sullo sfondo delle lesioni infiammatorie dell'intestino, in cui il farmaco orale era inefficace.
  2. Pazienti sottoposti ad emodialisi.
  3. Se necessario, un rapido aumento dei livelli di emoglobina per evitare trasfusioni di sangue.

Tra le preparazioni di ferro iniettabili più spesso utilizzate:

  1. Ferrum Lek. - il farmaco viene dispensato in fiale da 2 ml contenenti 100 mg di ferro elementare. Il farmaco è destinato alla somministrazione intramuscolare. Contiene idrossido di ferro e destrano.
  2. Venofer - soluzione per la somministrazione endovenosa. Viene rilasciato sotto forma di fiale, ognuna delle quali contiene 5 ml (100 mg) di ferro. Il farmaco è fatto sulla base di idrossido di ferro.
  3. Ferkoven è una soluzione per iniezione endovenosa contenente saharato di ferro, gluconato di cobalto e soluzione di carboidrati. 1 fiala contiene 1 ml di liquido di iniezione.
  4. Gektofer - kmbinirovanny farmaco iniettabile. Realizzato sulla base di sorbitolo di ferro e citrato. In ogni fiala, 2 ml di soluzione, che è destinato all'iniezione intramuscolare.
  5. Il ferrecite è un farmaco che viene prodotto sotto forma di soluzione per iniezione e contiene un complesso ferro-gluconato. Questa è una soluzione per iniezione dispensata in 1 fiala (per somministrazione intramuscolare) e 5 ml (per somministrazione endovenosa).
  6. Ferbitol è una soluzione per iniezione fatta sulla base di un complesso di sorbitolo di ferro. Il farmaco viene dispensato in fiale da 1 ml ed è destinato alla somministrazione intramuscolare.

Raccomandazioni durante la ricezione

Per rendere il trattamento dell'anemia da carenza di ferro il più sicuro possibile, è necessario ricordare alcune regole importanti:

  • categoricamente non è raccomandato schiacciare, sciogliere, schiacciare o masticare le compresse / capsule - devono essere deglutite intere, lavate con abbondante acqua;
  • i farmaci non vengono annaffiati con altro che acqua pura non gassata;
  • due ore prima e dopo aver preso la pillola non mangiare latticini (idealmente per il periodo di trattamento si consiglia di eliminarlo dalla dieta);
  • i preparati di ferro non devono essere combinati con antibiotici (in particolare tetracicline e lincosamidi) e antiacidi, poiché questi farmaci interferiscono con il pieno assorbimento del primo nella circolazione sistemica;
  • nel corso della terapia, dovresti ascoltare attentamente i tuoi sentimenti e, in caso di disturbi, consultare immediatamente un medico;
  • non si dovrebbe cercare di far fronte agli effetti collaterali provocati dai preparati di ferro, poiché è impossibile ignorarli;
  • è inaccettabile selezionare in modo indipendente sostituti per un medicinale prescritto da un medico se non si adatta a causa di determinate circostanze;
  • per accelerare il processo di assorbimento del ferro, si raccomanda di assumere preparazioni a base di acido succinico o ascorbico;
  • la combinazione di preparati di ferro con inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE: Captopress, Captopril, ecc.) aumenta la probabilità di effetti sistemici.

Va tenuto presente che la terapia con questi farmaci è progettata per un lungo periodo di tempo. Dopo 3 mesi dall'inizio del trattamento, viene eseguito un secondo esame del sangue per valutare i livelli di emoglobina e ferro. Se necessario, la terapia sarà estesa per altri tre mesi. Quindi, il corso completo dura circa sei mesi. Ma, naturalmente, tutto questo è puramente individuale.

Perché il trattamento può essere inefficace?

La terapia potrebbe non riuscire per diversi motivi:

  • la diagnosi era sbagliata;
  • il dottore ha preso la dose sbagliata del farmaco o ha prescritto il farmaco sbagliato;
  • il trattamento è stato interrotto prematuramente;
  • il paziente ha ignorato le istruzioni del medico curante;
  • il paziente ha problemi con l'assorbimento di ferro nel corpo;
  • la persona ha intolleranza individuale o ipersensibilità ai preparati di ferro.

Se la diagnosi è corretta, tutto ciò che rimane per il paziente è aspettare i risultati e si manifesteranno sicuramente. Ma nel caso in cui il trattamento non abbia successo, è necessario rivedere la diagnosi. Il paziente potrebbe soffrire di un diverso tipo di anemia e ha bisogno di una terapia completamente diversa.

In assenza della possibilità di fare una diagnosi accurata, anche con tutti i risultati delle analisi, può essere una questione di anemia sideropenica refrattaria al ferro. È una malattia geneticamente determinata che non è suscettibile di trattamento con preparati orali di ferrum. Se somministrato per via parenterale, il risultato è temporaneo.

Tale deviazione è dovuta a una mutazione del gene, con conseguente aumento del livello di epcidina nel sangue. Questa sostanza è responsabile della soppressione dell'assorbimento di ferro nel corpo e inibisce il suo rilascio dai macrofagi. I metodi di trattamento efficace di tali disturbi non sono stati ancora sviluppati.

Nutrizione e prevenzione

L'anemia può essere prevenuta se inclusa nella dieta:

  • carne rossa;
  • carne di maiale;
  • carne di pollame;
  • frutti di mare;
  • spinaci e altre verdure a foglia verde;
  • fagioli;
  • diversi tipi di frutta secca;
  • pane;
  • grano saraceno e altri tipi di cereali contenenti ferro;
  • pasta.

I vegetariani sono invitati a fare un menu per il giorno da:

  • farina d'avena;
  • tofu;
  • piatti di lenticchie;
  • spinaci;
  • pane integrale;
  • burro di arachidi;
  • riso integrale

Per ricostituire l'equilibrio dell'acido ascorbico nel corpo, si consiglia di utilizzare il più possibile:

  • broccoli;
  • pompelmo;
  • kiwi;
  • verde;
  • meloni;
  • le arance;
  • Pepe bulgaro;
  • fragole;
  • mandarini;
  • pomodori.

Parallelamente, si dovrebbe evitare l'abuso di bevande contenenti caffeina, alimenti fortificati con calcio e prodotti a base di cereali integrali. Una dieta equilibrata ricca di vitamine e ferro aiuta a prevenire lo sviluppo di anemia da carenza di ferro senza la necessità di assumere farmaci con il ferro.

Lascia Il Tuo Commento