Sintomi di colica renale, trattamento e prevenzione

Colica renale - una sindrome che si verifica a causa di una violazione del deflusso di urina o spasmo della muscolatura liscia dell'uretere.

Questo sintomo può verificarsi per molte ragioni e, né gli adulti né i bambini ne sono immuni. Di regola, i principali provocatori della colica renale sono le malattie croniche o acute dei reni e del sistema urinario.

Una delle cause più comuni è l'urolitiasi, in cui il lume del tratto urinario è bloccato da calcoli.

Cos'è?

La colica renale è una sindrome acuta del dolore, il cui focus è localizzato nel rene o nei tessuti dell'uretere. Il dolore è di natura parossistica e può irradiarsi agli organi adiacenti e non solo. Con un tale attacco sconvolge il processo di digestione e minzione.

L'eziologia della colica renale si basa su:

  • allungando la cavità renale e il suo guscio esterno;
  • irritazione e compressione dei recettori nervosi intrarenali;
  • rilanciare (reflusso) l'urina nella pelvi renale;
  • aumento della pressione intrarenale, che si verifica a causa di violazioni del flusso di liquido.

Pertanto, la colica renale è una conseguenza del blocco dell'uretere con una pietra o l'accumulo di cristalli di sale. La sindrome può avere localizzazione destra o sinistra (meno spesso - bilaterale). Sarà lo stesso nel suo corso e i sintomi associati, ma, a seconda della posizione della fonte del dolore, la sua diffusione sarà anche diversa.

Motivi

La colica renale può essere associata a molte malattie, ma in tutti i casi questa condizione patologica ha una caratteristica, che è l'otturazione (blocco) delle vie urinarie. Ognuna delle malattie provocatrici di questa sindrome porta all'interruzione del drenaggio dei fluidi, che causa la comparsa di sintomi caratteristici. Le vie urinarie possono essere bloccate a qualsiasi livello (pelvi, uretere, vescica), ma ciò non influisce sulle manifestazioni cliniche del processo.

L'otturazione del tratto urinario può essere dovuta a:

  1. ICD. Nel 92% dei casi, la causa di tale colica è il calcolo del rene (pietra), occludendo il bacino e l'uretere. Se si verificano sintomi specifici, il medico deve fare una diagnosi per confermare o escludere la presenza di urolitiasi.
  2. Pielonefrite. La sconfitta del sistema renale è più spesso di natura batterica, ed è causata da uno strato di influenza, streptococchi, stafilococchi, Escherichia coli. Nel processo infiammatorio, si verifica spesso esfoliazione di epitelio e fibrina, seguita dalla formazione di essudato purulento. Un tale processo provoca l'otturazione, e se ci sono molti di questi neoplasmi, sono in grado di bloccare completamente l'uretere. La pielonefrite si sviluppa spesso quando c'è un calcolo nel rene.
  3. Caratteristiche congenite dell'organo AIM. Alcuni pazienti hanno anomalie congenite dello sviluppo degli organi del sistema urinario. Ad esempio, la colica renale si verifica spesso nelle persone con un uretere anatomicamente erroneamente attaccato alla vescica, distopia o nefroptozie. In genere, tali anomalie non causano alcun disagio, quindi una persona non conosce il suo problema per molti anni. Ma sotto l'influenza di alcuni fattori (lesioni, lesioni infettive), il deflusso di urina può essere disturbato, che provoca lo sviluppo di colica renale.
  4. Lesioni. Con danni meccanici agli organi del MBC, può verificarsi la formazione di ematomi, che ostruirà l'uretere. Lo sviluppo della colica spesso porta anche alla compressione del canale.
  5. I processi tumorali sono di natura benigna o maligna. La crescita dei tumori porta alla compressione del bacino o dell'uretere. Questo accade in due casi: se il tumore è localizzato nelle immediate vicinanze di queste parti della MVS, o quando appare direttamente nei loro tessuti.

Le cause della colica renale possono anche essere riscontrate nelle lesioni infiammatorie e nei processi di congestione che si verificano nel tratto urinario. Idronefrosi, gonfiore segmentario acuto della mucosa degli organi urinari in periuretrite, uretrite, prostatite o flebostasi - tutte queste malattie possono provocare la comparsa di questo sintomo.

La colica renale è spesso fissata in pazienti affetti da trombosi venosa renale, infarto o embolia renale. Alcune anomalie congenite, accompagnate da una violazione dell'urodinamica, possono anche servire come causa di questa condizione: acalasia, discinesia, megacalcosi, rene spugnoso, ecc.

I sintomi della colica renale

Per colica renale, è caratteristico il dolore improvviso, acuto, acuto e intenso che si presenta nell'angolo lombare o costale-vertebrale. Lo sviluppo di un attacco può cadere nella notte, nella fase del sonno profondo.

Alcuni pazienti associano l'aspetto del dolore a un intenso lavoro fisico, agitando mentre guidano, camminando a lungo e altri fattori esterni. Dalla regione lombare, il dolore può diffondersi nella regione mezogastral o ileale, nella coscia o nel retto. Negli uomini, il dolore può irradiarsi allo scroto o al pene, e nelle donne, al perineo o alle labbra.

La durata dell'attacco può variare da 3 a 18 ore. Durante questo periodo, l'intensità, la localizzazione e l'irradiazione del dolore possono variare. Durante la colica renale, i pazienti diventano irrequieti nel tentativo di trovare una posizione che allevierà la condizione.

In parallelo, i pazienti soffrono di:

  • frequente impulso a svuotare la vescica (quindi si sviluppa oliguria o anuria);
  • rezi nel campo di un'uretra;
  • bocca secca;
  • periodi di vomito;
  • tenesmo;
  • flatulenza.

Successivamente, si verifica lo sviluppo di tachicardia, ipertensione moderata, condizione subfebrilare. Nei casi più gravi, si verifica uno shock, accompagnato da un forte calo della pressione arteriosa a 50/30 mm Hg. Art. o sotto, bradicardia, sudore freddo e appiccicoso, scottature della pelle. Dopo la colica renale passa, c'è una piccola quantità di globuli rossi nelle urine.

Distinguere in modo indipendente la colica renale da altre condizioni che comportano dolore addominale, è impossibile. Quindi, sintomi simili si osservano in appendicite acuta, pancreatite, colecistite. I pazienti con trombosi di vasi mesenterici, aneurisma aortico, ulcera gastrica perforata, epididomororite, ernia del disco possono anche soffrire di tale sindrome dolorosa. Nelle donne, è spesso associato a torsione del peduncolo ovarico o ad una gravidanza ectopica, negli uomini, con torsione testicolare.

Complicazioni

Con l'ICD, la pietra, che si muove fuori dalla tazza e dal sistema pelvico, può ferire il tessuto ureterale. Ciò porta alla formazione di stenosi, ostruzione, idronefrosi e colica renale. Sotto questa influenza, la velocità della peristalsi ureterale diminuisce, sullo sfondo del quale si ha un ritorno dell'urina e il suo ristagno. La velocità di filtrazione glomerulare del rene malato è ridotta, quindi il carico sull'organo sano è raddoppiato.

L'ostruzione completa del lume dell'uretere può causare lo sviluppo di insufficienza renale acuta. Se non trattata per 1-2 settimane, gli effetti di questa condizione potrebbero essere irreversibili. E non è tutto. In questo contesto, aumenta la probabilità di rottura del calice renale, che aumenta il rischio di formazione di un urinoma, una pseudocisti urinaria che ha una capsula e l'urina si accumula al suo interno. Visivamente, una tale neoplasia crea l'illusione di un tumore.

Esiste anche il rischio di infezione nel tessuto renale interessato, con conseguente sviluppo di pielonefrite ostruttiva, infiammazione purulenta dei reni, pironefrosi. Nei casi gravi, l'urosepsis si sviluppa, irto di morte.

Diagnostica

Per effettuare una diagnosi accurata, il nefrologo (o l'urologo) esegue prima un'ispezione visiva e un'indagine paziente dettagliata. Assicurati di eseguire la palpazione di aree dolorose, durante le quali, il paziente può sperimentare un attacco di dolore nella zona degli ureteri sulla parte anteriore dell'addome. Inoltre, ha senso tenere una serie di piccoli tocchi nell'area del rene. Forse una tale manipolazione provoca anche l'apparenza del dolore.

Dopo l'esame e il colloquio, il medico fornisce al paziente indicazioni per una diagnosi completa. Consiste nello svolgere:

  1. Studi di laboratorio su sangue e urina. Nel sangue della colica renale si nota un aumento del livello di creatinina e leucociti. In parallelo, viene registrata una percentuale di urea sovrastimata. I globuli rossi sono rilevati nelle urine.
  2. Ultrasuoni dei reni. La procedura aiuta a identificare i calcoli nei reni o negli ureteri e studia anche gli organi del sistema urinario per identificare cambiamenti strutturali patologici nei loro tessuti.
  3. Urografia escretoria. Questo è uno studio radiografico condotto utilizzando uno speciale agente di contrasto. Le immagini risultanti possono essere viste uretere ristretto o la presenza di calcolo.
  4. Scansione TC del sistema urinario. I raggi X di questo tipo aiutano a esaminare a fondo la struttura a strati dei reni, degli ureteri e della vescica.

Solo una diagnosi completa è la chiave per fare la diagnosi corretta. E prima viene determinato, minore sarà il rischio di complicazioni.

Pronto soccorso per colica renale

Con un attacco di colica renale, devi chiamare la squadra dell'ambulanza. Prima dell'arrivo dei medici, è necessario attuare misure volte ad eliminare il dolore e stabilizzare le condizioni generali. A tal fine, si raccomanda di abbandonare i farmaci a favore di:

  1. Bagno caldo L'acqua riscaldata a 38 - 39 gradi aiuta ad eliminare lo spasmo della muscolatura liscia. Questo ti permette di rimuovere rapidamente l'attacco di dolore.
  2. Calore locale. Questa procedura sarà particolarmente rilevante per i pazienti che, per una ragione o per l'altra, non fanno bagni caldi. Inoltre, il calore locale viene utilizzato se non c'è tempo per immergersi nell'acqua calda. Per la manipolazione, è necessario scaldare l'acqua, versarla in un termoforo o una bottiglia, che poi deve essere applicata al punto dolente. Continuate finché l'acqua non si raffredda. Se necessario, la procedura può essere ripetuta.
  3. Farmaci antispastici Tali farmaci rilassano la muscolatura liscia, aiutando così ad eliminare la sindrome del dolore. In casi speciali, sotto la loro influenza può persino verificarsi l'autoscarica del calcolo. Il farmaco più comunemente prescritto è No-Shpa (il principio attivo è la drotaverina) alla dose di 160 mg.
  4. Farmaci analgesici I farmaci antidolorifici sono prescritti solo nel caso di localizzazione sinistra della colica renale, perché se il dolore è localizzato sul lato destro, allora possono essere associati non solo a patologie nefrologiche. La sindrome del dolore lato destro può essere associata ad un attacco acuto di appendicite, colecistite, ulcera peptica, ecc. Se in questo caso si prende una pillola anestetica, si può confondere in modo significativo il quadro clinico della malattia. Fare una diagnosi accurata in questo caso sarà estremamente problematico. Se c'è davvero colica renale, allora in una tale situazione è consigliabile assumere farmaci a base di ibuprofene, paracetamolo. Saranno efficaci anche Baralgin e Ketanov.

Trattamento colica renale

La colica renale è una condizione che richiede un intervento medico urgente. A casa, è permesso solo assumere antidolorifici, ma dopo di ciò, deve necessariamente essere chiamata un'ambulanza, poiché gli antidolorifici non possono impedire lo sviluppo di un'infiammazione acuta della cavità addominale.

Elimina il dolore nella colica renale aiuta a riscaldare più caldo. Soprattutto elettrico. È posto sul lato, nella parte della colonna vertebrale, dove la fonte del dolore intenso è localizzata e riscaldata alla temperatura desiderata. Ciò contribuisce all'espansione dell'uretere, che a sua volta può far scendere la pietra sotto pressione dal fluido renale. In alcuni casi, questa manipolazione previene l'intervento chirurgico.

Un'operazione di rimozione del calcolo è necessaria quando:

  • idronefrosi;
  • urolitiasi complicata;
  • l'inefficacia del trattamento farmacologico;
  • la dimensione della pietra è maggiore di 1 cm. In questo caso, l'operazione viene assegnata, a condizione che dopo 3 giorni dall'esordio dell'attacco, il calcolo stesso non si sia spostato.

Poiché il più delle volte questo sintomo è un segno di ICD, il compito principale del chirurgo è la rimozione chirurgica della pietra renale.

Cibo

Al fine di evitare il ri-sviluppo della colica renale, il paziente deve prestare particolare attenzione alla propria dieta. La dieta è prescritta in base al tipo di pietre:

  1. Pietre uratny. In questo caso, si raccomanda di escludere noci, cioccolato, legumi, formaggio. Piatti salati, frutti di bosco aspro, tè fermentato forte avranno un impatto negativo sulla salute.
  2. Le pietre fosfatiche richiedono l'esclusione dal menu di patate, fiocchi di latte, prodotti caseari e prodotti ittici. Non puoi essere troppo portato via con bacche e frutta.
  3. Pietre di cistina In questa situazione, è necessario limitare il consumo di fagioli, pollo, arachidi, uova, prodotti di mais.
  4. Pietre ossalate Carne, acetosa, cibi acidi sono proibiti. In quantità moderate ha permesso l'uso di agrumi, legumi, barbabietole, pomodori.

Di grande importanza è la modalità di bere. Bere con necessità di colica renale da 2,5 a 3 litri di liquido.

Prospettiva

Con pietre piccole e lisce di diametro inferiore a 6 mm, la colica renale non è indicativa per la chirurgia. Di solito queste pietre escono da sole. La prognosi peggiora significativamente quando si formano crescite appuntite sulla superficie della pietra.

Se il taglio è prolungato e non può essere eliminato con l'aiuto di medicinali, il paziente è sottoposto a cateterizzazione. È necessario ripristinare il deflusso delle urine e prevenirne il ristagno.

Con l'inefficacia della terapia conservativa, i medici ricorrono alla chirurgia per rimuovere un calcolo renale. Viene eseguito mediante chirurgia a cielo aperto con dissezione della parete addominale anteriore ed estrazione del tartaro. Ma, fortunatamente, la necessità di un metodo radicale di trattamento dell'ICD, accompagnato da una colica renale, è estremamente raro.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo di coliche renali, gli esperti raccomandano di seguire queste regole:

  • utilizzare prodotti riccamente arricchiti con retinolo e calciferolo (vitamine A e D, rispettivamente);
  • monitorare il livello di calcio nel corpo, per prevenirne il declino (questo aiuterà cibo e speciali farmaci a base di calcio);
  • durante il giorno è necessario bere almeno 2 litri di acqua pura (altre bevande e alimenti liquidi non sono considerati!);
  • identificare e trattare tempestivamente eventuali patologie renali;
  • condurre uno stile di vita fisicamente attivo.

In parallelo a ciò, è necessario ricordare che i seguenti fattori influenzano l'organismo in modo estremamente negativo:

  • ipotermia;
  • mancanza di esercizio;
  • abuso di alcol;
  • fumo di tabacco;
  • infezioni urologiche;
  • malattie virali di qualsiasi eziologia;
  • lesioni del segmento inferiore della cresta, nell'area della proiezione dei reni;
  • correnti d'aria.

Per non affrontare una condizione così spiacevole come la colica renale, questi fattori dovrebbero essere evitati.

I pazienti che hanno precedentemente avuto problemi di urolitiasi devono attenersi alle raccomandazioni o alle prescrizioni fornite dal medico. È importante esaminare periodicamente i reni per valutarne il funzionamento e individuare tempestivamente i primi segni di una pericolosa patologia.

Guarda il video: Calcoli renali: Sintomi, Diagnosi e Trattamento (Ottobre 2019).

Lascia Il Tuo Commento