Cause del dolore al cuore: principali malattie e condizioni

Il dolore cardiaco è un sintomo affrontato da ciascuna persona in uno o in un altro periodo della vita.

Ma solo in metà dei casi stiamo parlando della lesione patologica di questo organo. Altrimenti, le cause della sindrome del dolore sono molto diverse, vanno dall'abuso del caffè e terminano con le patologie dell'apparato respiratorio o digestivo.

La causa del dolore nel cuore deve essere chiarita in ogni caso. A volte può segnalare pericolose patologie, identificandole e curandole, è possibile prevenire le conseguenze pericolose per la salute.

Cause di dolore nel cuore

La cardialgia può verificarsi in ogni persona, senza eccezioni, e in circostanze completamente diverse. Ma non sempre parlano della presenza di malattie cardiache.

Condizionalmente, l'eziologia del dolore può essere suddivisa in cordiale ed extracardiaco. Malattie cardiache:

Malattie cardiache:

  • malattia ischemica (stenocardia, aritmie, infarto miocardico, cardiosclerosi post-infarto);
  • miocardite;
  • endocardite;
  • pericardite;
  • cardiomiopatia;
  • distrofia del miocardio;
  • lesioni secondarie sullo sfondo del diabete, uremia, ipertiroidismo;
  • trauma cardiaco;
  • tumore.

Sovraccarico di cuore:

  • con ipertensione;
  • sforzo fisico irrazionale;
  • volume con tireotossicosi;
  • pressione in caso di ipertensione portale (per esempio, in caso di cirrosi epatica).

Patologie di grandi navi:

  • aneurisma aortico, compresa la sua dissezione;
  • coartazione dell'aorta;
  • trombembolia dell'arteria polmonare.

Malattie del mediastino:

  • mediastiniti;
  • neoplasie.

Danni ai tronchi nervosi:

  • nevralgia intercostale;
  • herpes zoster.

Malattie dello stomaco e dell'esofago:

  • esofagite;
  • GERD;
  • corpi estranei dell'esofago;
  • ulcera gastrica;
  • gonfiore;
  • stenosi esofagea;
  • Sindrome di Mallory-Weiss;
  • ustioni chimiche dell'esofago e dello stomaco;
  • sanguinamento gastrico, perforazione dell'ulcera.

Malattie polmonari:

  • la polmonite;
  • pleurite;
  • la tubercolosi;
  • silicosi;
  • tumori polmonari o grandi bronchi.

Lesioni ossee:

  • fratture e fratture costali;
  • dolore con tumori del sangue.

Danno muscolare:

  • allungamento;
  • miosite;
  • rabdomioma.

Patologia mammaria

  • mastopatia (ginecomastia negli uomini);
  • cancro;
  • tumori benigni.

Effetti tossici causati da:

  • farmaci;
  • alcol;
  • veleni cardiaci;
  • nicotina;
  • farmaci.

Quando si visita il medico, è estremamente importante descrivere correttamente il sintomo del paziente, senza perdere un singolo dettaglio. È grazie ad una storia dettagliata che il medico sarà in grado di capire in quale direzione muoversi ulteriormente per aiutare il paziente a sbarazzarsi di sintomi spiacevoli.

Un ulteriore schema di esame, e quindi il trattamento si baserà su dati su:

  • condizioni di insorgenza di cardialgia;
  • la natura della sindrome del dolore (lancinante, tagliente, intenso, sordo, ecc.);
  • durata del dolore;
  • momento e condizioni di cessazione del disagio.

Solo dopo che è stata fatta una diagnosi, il medico sarà in grado di prescrivere un trattamento che eliminerà non solo il sintomo stesso, ma anche la causa della sua insorgenza. Se il dolore cardiaco è associato a lesioni infiammatorie dell'organo contrattile, al paziente può essere prescritto un ciclo di terapia antibiotica (con un'eziologia batterica della malattia). In caso di genesi virale della malattia, vengono prescritti farmaci antivirali. L'auto-trattamento è inaccettabile, poiché lo schema terapeutico è sviluppato rigorosamente per ogni singolo paziente.

Dolore acuto

Dolore acuto nel cuore indica la necessità di un intervento medico immediato. Tali sensazioni possono essere uno dei segni:

  1. Angina pectoris. Un attacco acuto è accompagnato da un forte dolore nello spazio retrosternale, tremore degli arti e uno stato di panico. Con una prolungata assenza di interventi terapeutici, possono svilupparsi trombosi, embolia o stenosi dei vasi sanguigni. In questo caso, la nitroglicerina aiuterà a liberarsi dal dolore e stabilizzare l'attività del cuore. Se entro 15 minuti dal riassorbimento della pillola il miglioramento non è stato raggiunto, ciò potrebbe indicare un infarto miocardico acuto.
  2. Infarto miocardico Questa condizione può essere fermata solo in ospedale. Quando una parte del tessuto cardiaco muore, c'è una seria minaccia per la vita del paziente, quindi l'auto-trattamento è inaccettabile! Il dolore in questo caso è prolungato, bruciore, affilato, diffusione al braccio sinistro e / o alla scapola. Non passa durante l'assunzione di nitrotrapani, accompagnato da mancanza di respiro, panico, forte tremito di mani e piedi. Spesso, un attacco cardiaco si verifica in concomitanza con aritmia cardiaca, convulsioni e urina involontaria. In alcuni casi, la malattia si sviluppa senza dolore intenso, ma la sua nitidezza rimane la stessa.
  3. Malattie dell'esofago e dello stomaco. Un forte dolore al cuore può essere il risultato della perforazione delle ulcere gastriche, localizzate nella parte cardiaca dell'organo digestivo. Di conseguenza, la persona avrà nuoto mosche davanti ai suoi occhi, periodi di vertigini e persino svenimenti. Il sanguinamento dall'esofago nella sindrome di Mallory-Weiss si verifica con vomito frequente. Possono anche aprirsi quando le vene esofagee sono dilatate con ipertensione portale che si è sviluppata sullo sfondo della cirrosi epatica. Tutti i casi di cui sopra sono estremamente pericolosi e richiedono un intervento medico obbligatorio.
  4. Embolia polmonare Un trombo può spostarsi verso l'arteria polmonare dalle vene varicose delle gambe o degli organi pelvici. Più vene dell'arteria polmonare sono state sottoposte a trombosi, più intenso e intenso è il dolore. In questo caso, c'è una tosse con espettorato contenente impurità nel sangue. Altri sintomi includono mancanza di respiro, palpitazioni e sporgenza delle vene del collo. La trombosi di grandi tronchi comporta lo sviluppo di collasso e perdita di coscienza.
  5. Dissezione dell'aneurisma aortico. La malattia colpisce spesso gli uomini più anziani e può essere il risultato di ipertensione non trattata prolungata, ASB, vasculite o coartazione aortica. Molto spesso, la regione dell'aorta ascendente viene sottoposta a dissezione. La rottura longitudinale del rivestimento del vaso provoca l'accumulo di sangue tra gli strati aortici. I pazienti lamentano un forte dolore nella zona del cuore, che può dare alla scapola. Allo stesso tempo, la respirazione accelera prima, quindi diminuisce. L'impulso alle estremità è diverso, c'è la pelle blu. Una persona suda pesantemente, può perdere conoscenza, la sua attività fisica è disturbata. L'ematoma può causare ipossia del tessuto cardiaco, mancanza di respiro, voce rauca. Spesso in questo contesto si sviluppa un coma.

Dolore alla compressione

Questa natura del dolore parla di ipossia del muscolo cardiaco. Questo sintomo è notato in quasi tutte le forme di IHD. L'angina pectoris è accompagnata da un restringimento del dolore al cuore, che dà al braccio sinistro o alla scapola. Si verifica all'improvviso, ma passa in modo indipendente quando una persona è a riposo. A volte può essere necessario assumere nitroglicerina per alleviare un attacco.

Tale dolore può accompagnare:

  • fibrillazione dei ventricoli o degli atri;
  • frequenti attacchi di extrasistole;
  • tachicardia parossistica;
  • fibrillazione atriale;
  • blocco intracardiaco.

Abbastanza spesso, tali dolori sono accompagnati dalla paura del paziente della possibilità di morte improvvisa. A volte, invece del dolore, il paziente manifesta mancanza di respiro, indicando un'insufficienza della circolazione sanguigna.

Con l'angina pectoris di Prinzmetal, il dolore spremuto si verifica nella regione del cuore o del sottoscapolare sinistro. Può verificarsi quando il paziente è in uno stato di completo riposo fisico, specialmente al mattino. Lo sviluppo della sindrome del dolore è associato allo spasmo delle arterie coronarie.

Dolore lancinante

Se tale dolore appare raramente e non è accompagnato da disturbi vegetativi, non è pericoloso. Questo sintomo può accompagnare:

  1. Distonia neurocircolatoria. La malattia è caratterizzata da una discrepanza nel lavoro dei sistemi vascolare e nervoso, quindi i vasi sanguigni non hanno il tempo di restringersi o espandersi nel tempo in risposta a un certo carico.
  2. Extrasistoli, tachicardia, miocardite. Con tali patologie, i dolori lancinanti nella regione del cuore si verificano raramente.
  3. Miosite, tensione muscolare. Questa è la causa più comune di tali dolori nel cuore.
  4. Nevralgia intercostale. Si sviluppa a causa di ipotermia o pizzicando il nervo.
  5. Herpes zoster. Questa è una malattia dell'eziologia virale causata dal virus dell'herpes 3, Varicella-Zoster. Il processo patologico colpisce le terminazioni nervose, così il dolore acuto e molto severo può essere sentito in qualsiasi area del corpo, compreso il lato sinistro del torace.

È importante differenziare il dolore cardiaco dal dolore toracico che accompagna la pleurite, la polmonite, la tubercolosi o il cancro. Certo, è impossibile farlo da solo, quindi è meglio non lasciare che la situazione faccia il suo corso, ma cercare assistenza medica qualificata.

Dolore doloroso nel cuore

La cardioneurosi è la causa principale del dolore cardiaco dolorante. Di solito non ci sono cambiamenti organici nel cuore o nei vasi, ma se si verificano, sono molto minori. Il nevroticismo può verificarsi a causa di:

  • depressione;
  • disturbi d'ansia;
  • stato depressivo somatizzato.

L'insoddisfazione verso se stessi e il mondo che ci circonda porta spesso alla comparsa di dolori deboli doloranti nella regione del cuore. I pazienti lamentano una sensazione di pressione, il cuore che svanisce con un sospiro, l'ansia generale per la loro condizione.

L'ossessione per la presenza di patologie cardiache in tali pazienti può trasformarsi in uno stato ossessivo, costringendolo a essere ripetutamente esaminato e sottoposto a consultazioni con diversi medici. Tali azioni aggravano ulteriormente la situazione e i segni di frustrazione cominciano ad apparire molto più luminosi. Lo psicologo e la formazione psicologica di gruppo possono aiutare a risolvere il problema esistente.

Dolore al cuore durante l'ispirazione e il movimento profondi

La nevralgia intercostale è la principale causa di dolore toracico nella proiezione del cuore. Questo sintomo può manifestarsi in qualsiasi momento della giornata, ma molto spesso disturba una persona durante la notte. Il nervo può essere raffreddato dopo un lungo raffreddamento o può essere intrappolato.

Oltre alla nevralgia, il dolore al petto può derivare da:

  • malattia degenerativa del disco;
  • ha subito lesioni;
  • patologie del sistema bronco-polmonare.

Ma una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo un esame approfondito. In molti pazienti, questi sintomi indicano la presenza di malattie cardiache.

Come distinguere il dolore cardiaco da altri dolori al petto?

Poiché ci sono alcune ragioni per la comparsa di dolore nell'area del cuore, non è sempre possibile sin dalla prima volta, senza avere i risultati della ricerca, determinare la malattia che ha causato l'insorgenza di un sintomo. È estremamente importante descrivere il luogo esatto di localizzazione del dolore, per indicare la presenza di sintomi associati: irradiazione ad altre parti del corpo, disturbi autonomici, ecc.

Se il dolore sta premendo, insorgendo dopo uno sforzo fisico, cibo o stress, può durare da 5 a 20 minuti. Tende a scomparire in modo indipendente dopo la cessazione dell'esposizione al corpo del fattore provocante. A volte potrebbe essere necessario prendere nitroglicerina.

Quali dolori al cuore richiedono cure di emergenza?

Se nell'area del cuore appare bruciore, premendo il dolore, dando alla mano sinistra e alla sottoscapolare, la cui intensità aumenta e la nitroglicerina non aiuta, allora dovresti chiamare immediatamente un medico.

Tali sintomi spiacevoli come debolezza, sudorazione eccessiva, vertigini, attacchi di panico, pressione bassa, svenimento richiedono un'attenzione speciale. Tali disturbi possono indicare un infarto del miocardio, PE o pneumotorace spontaneo.

Queste situazioni sono estremamente pericolose, quindi non esitare a chiamare un'ambulanza.

Diagnosi dal dottore

Le misure preliminari - anamnesi e auscultazione - aiutano a capire la direzione in cui lo specialista dovrebbe muoversi per fare una diagnosi corretta. Il solito schema di esame in questi casi si basa su:

  • analisi generale di urina e sangue;
  • studio biochimico del sangue per transaminasi, potassio, sodio, troponina, mioglobina, D-dimero, creatina fosfochinasi, lattato deidrogenasi.

Questa è solo la fase iniziale della diagnosi di laboratorio. Man mano che vengono rivelate nuove circostanze importanti per la diagnosi e la prescrizione del trattamento, il medico può prescrivere molte altre procedure.

Altrettanto importanti sono i metodi diagnostici strumentali:

  1. Radiografia del petto. Viene effettuato al fine di identificare focolai patologici nell'area dei polmoni e dei bronchi, del tessuto cardiaco, delle dimensioni dell'organo contrattile, della presenza di aria (o accumulo di liquidi) nella cavità pleurica. In alcuni casi, la radiografia è prescritta con contrasto. Viene effettuato con sospetto sanguinamento esofageo. Il bario è usato come mezzo di contrasto.
  2. Elettrocardiogramma. È necessario confermare o smentire il sospetto di un medico in merito alla presenza di un'aritmia cardiaca in un paziente. Inoltre, questa procedura strumentale aiuta a identificare l'angina pectoris.
  3. Ecocardioscopia o EchoX. Questa manipolazione aiuta a esaminare a fondo il cuore, per determinare come si affronta con le sue funzioni. Sulle immagini ottenute, lo specialista nota lo stato del pericardio, del miocardio, dell'aorta, degli sbuffi (valvole), degli atri, dei ventricoli e di altre parti dell'organo. Inoltre, ECHO-CS consente di determinare la pressione nell'arteria polmonare, di identificare i cambiamenti strutturali dopo un infarto, di rilevare le lesioni tumorali del cuore.
  4. Holter ECG. Questo è un dispositivo che monitora tutti gli indicatori del cardiogramma del paziente durante il giorno.

I risultati possono portare alla necessità di fissare ulteriori procedure diagnostiche per il paziente: SCT per tromboembolia dell'arteria polmonare, angiografia coronarica, FEGDS.

Dato che le cause del sintomo in questione possono essere completamente diverse, non dovresti provare a capirle da solo. Tali misure possono portare a gravi conseguenze, quindi una visita dal medico in questo caso è strettamente necessaria!

Guarda il video: Quando il dolore al petto dipende dall'Angina pectoris o microvascolare (Ottobre 2019).

Lascia Il Tuo Commento