Bradicardia cardiaca: che cos'è e come trattarla?

La bradicardia è una diminuzione della frequenza cardiaca (HR), accompagnata da una diminuzione della frequenza cardiaca.

Un impulso è considerato normale, variando da 60 a 90 battiti al minuto. Se una persona ha una frequenza cardiaca inferiore a 60 unità, allora questa condizione è indicata dal termine "bradicardia". Tradotto dal greco, significa: bradys - slow and kardia - heart.

Ridurre l'impulso non sempre indica la presenza di patologia - potrebbe essere una variante della norma fisiologica. Ad esempio, la bradicardia è spesso fissata nelle persone che sono professionalmente coinvolte nello sport, così come nelle persone con un "cuore forte".

Cos'è?

La bradicardia è un tipo di aritmia cardiaca in cui la frequenza cardiaca scende al di sotto di 60 battiti al minuto. È considerata la norma solo per le persone addestrate e, per le persone che non sono coinvolte nello sport, è più spesso uno dei segni di malattie cardiache.

Tale disturbo è caratterizzato dalla comparsa di grave debolezza, svenimento, sincope, cardialgia, sudore freddo, vertigini e cadute di pressione arteriosa. Con un polso costantemente basso di 40 battiti al minuto, si può sviluppare un'insufficienza cardiaca.

Il trattamento in questo caso può richiedere l'introduzione di un pacemaker.

Cause dello sviluppo

La diminuzione dell'impulso può essere innescata da fattori esterni e cause patologiche. Pertanto, possiamo parlare della genesi esogena ed endogena di tale deviazione.

Bradicardia fisiologica

Se il polso lento è di natura fisiologica, allora non è pericoloso. Molto probabilmente, è causato da:

  • moderata ipotermia o presenza a lungo termine di una persona in condizioni di elevata umidità e temperatura - tali circostanze costringono letteralmente il corpo a passare alla modalità di "risparmio energetico";
  • invecchiamento biologico: in pazienti di età superiore ai 60 anni, "isole" di tessuto connettivo iniziano a formarsi nell'area del cuore; inoltre, il metabolismo rallenta e quindi il cuore inizia a funzionare più lentamente;
  • impatto sulle zone riflesse (ad esempio, premendo sui bulbi oculari, o quando si indossa una cravatta, il nervo vago è interessato, il che porta a un rallentamento a breve termine del ritmo cardiaco);
  • body fitness: negli atleti professionisti, il ventricolo sinistro del cuore cresce gradualmente di dimensioni, quindi il cuore può fornire all'organismo la quantità di sangue necessaria anche con un numero ridotto di contrazioni);
  • sonno notturno - quando il corpo è in uno stato rilassato, non ha bisogno di una grande quantità di energia; quindi, sia il cuore che gli altri organi possono "riposare";
  • affaticamento fisico o mentale: in tali condizioni, il corpo entra in una "modalità di risparmio" per mantenere più energia possibile.

La bradicardia fisiologica non richiede trattamento, perché non è pericolosa per la salute e non porta alla fame di ossigeno nel cuore e nel cervello. Ma con una frequenza cardiaca costantemente ridotta osservata in pazienti di età compresa tra 60 e 65 anni o atleti, è necessaria un'attenta supervisione medica. In questo caso, dovresti contattare il cardiologo.

Bradicardia patologica

Se l'impulso lento è causato da varie malattie, allora è già pericoloso per la salute. La bradicardia patologica può essere provocata da:

  1. Malattie cardiache Quindi, tale deviazione si verifica spesso con cardiopatia ischemica, infarto del miocardio, cardiosclerosi focale o diffusa, endocardite, miocardite. Un'altra causa di bradicardia è la sindrome di Morgagni-Adams-Stokes.
  2. Prendendo alcuni farmaci. Il rallentamento del polso può essere associato ad assunzione scorretta o sovradosaggio di beta-bloccanti, chinidina, glicosidi cardiaci, morfina, adenosina, Amisulpridom, ecc. Questa condizione è pericolosa per la vita, oltre che estremamente pericolosa per la salute del paziente.
  3. Avvelenamento. Prima di tutto, stiamo parlando degli effetti delle sostanze tossiche sul corpo - piombo, nicotina o acido, elementi organofosforici, droghe, ecc. Questi composti hanno un effetto negativo sul tono del sistema nervoso simpatico e parasimpatico, quindi il danno si verifica alle cellule del sistema conduttore del cuore e del miocardio. La conseguenza di questo effetto è una violazione del ritmo cardiaco.
  4. Sistema nervoso parasimpatico iperteso. Può verificarsi sullo sfondo di nevrosi, disturbi depressivi, ulcera peptica, formazione di tumori mediastinici, lesioni cerebrali traumatiche, ictus emorragico, aumento della ICP, ecc. I tumori cerebrali e la chirurgia sul collo, sulla testa o nel mediastino possono anche portare a un rallentamento delle contrazioni cardiache.
  5. Alcuni tipi di patologie infettive. Tipicamente, tali malattie sono accompagnate da tachicardia, ma la febbre tifoide, la sepsi grave e diversi tipi di epatite virale possono causare una diminuzione della frequenza cardiaca. I processi patologici infettivi caratterizzati da un decorso protratto hanno lo stesso effetto.
  6. Ipotiroidismo. Questa è una malattia endocrina, accompagnata da ipotiroidismo. Con questa deviazione, c'è una diminuzione dei livelli di T3 e T4 - i principali ormoni tiroidei e un aumento di tireotropina (TSH). Anche con questo processo è rotto, vale a dire, rallenta il metabolismo. Si verifica un disturbo del ritmo cardiaco, la frequenza cardiaca diminuisce. All'inizio, la bradicardia è episodica, ma nel tempo, se non si tratta l'ipotiroidismo, diventerà permanente.

La bradicardia patologica è pericolosa per la salute, quindi deve essere trattata. Altrimenti, ci sarà una violazione della fornitura di sangue al cuore e al cervello, il che comporterebbe conseguenze più gravi.

Classificazione

Secondo il meccanismo di sviluppo, la bradicardia è divisa in:

  1. Sinus. Tale bradicardia si sviluppa a causa della ipoattività del nodo cardiaco del seno.
  2. Nesinusovuyu. Questo tipo di bradicardia è associato al blocco della trasmissione di impulsi elettrici tra i seguenti nodi cardiaci:
  • sinus e senoatriale;
  • nodi senoatriale e atrio-ventricolare.

Per il paziente stesso, il tipo di bradicardia non ha importanza, dal momento che entrambi sono accompagnati dagli stessi sintomi. Ma per il medico, questa informazione è importante, perché a seconda del tipo di disturbo è selezionata la terapia appropriata.

A seconda della causa, la bradicardia è:

  1. Fisiologico. Tale sintomo può verificarsi in una persona perfettamente sana e può derivare dagli effetti di alcuni fattori (sono stati descritti in precedenza). Tale violazione si verifica in circa il 25% degli uomini perfettamente sani.
  2. Farmacologico (farmaco). Il rallentamento del polso si verifica a causa della ricezione di alcuni farmaci.
  3. Patologica. La bradicardia di questo tipo si manifesta sullo sfondo delle malattie cardiovascolari e di altre malattie.

La bradicardia patologica può verificarsi in forma acuta o cronica. La bradicardia acuta è caratterizzata da uno sviluppo improvviso, un alto grado di gravità dei sintomi associati a anomalie patologiche, in un modo o in un altro cuore traumatico. La forma cronica di questa violazione può manifestarsi per molti anni ed è associata a gravi violazioni delle attività del CAS o degli organi che hanno un impatto diretto su di esso.

La bradicardia patologica può essere;

  • intracardiaco che si manifesta sullo sfondo delle malattie cardiache;
  • extracardiaco, che si sviluppa in seguito all'interruzione di altri organi o sistemi che influenzano indirettamente il funzionamento del CCC.

A seconda della gravità dei sintomi, la bradicardia è suddivisa in:

  • pronunciato quando l'impulso scende al di sotto di 40 battiti / min;
  • moderato, in cui la frequenza cardiaca varia da 40 a 50 battiti / min;
  • luce, per cui la frequenza cardiaca caratteristica è di 50 a 60 battiti / min.

La bradicardia moderata e lieve non porta a una ridotta circolazione del sangue nel cuore e nel cervello. Tuttavia, non si può dire di una diminuzione pronunciata dell'impulso, che indica che il cuore non affronta le sue funzioni e non garantisce l'apporto di un volume sufficiente di sangue alle navi. A causa di una tale deviazione, il paziente ha uno sbiancamento della pelle e delle mucose, uno svenimento o uno svenimento, oltre a convulsioni.

Sintomi e primi segni

La bradicardia leggera e moderata praticamente non si manifesta, poiché non causa disturbi circolatori. I primi segnali di allarme si verificano quando l'impulso scende a 40 battiti al minuto o meno.

In tali circostanze, i pazienti possono soffrire di tali sintomi di bradicardia:

  • vertigini;
  • la debolezza;
  • debole e vertigini;
  • mancanza di respiro;
  • stanchezza;
  • dolori al petto;
  • gocce di pressione sanguigna;
  • svenimento;
  • disturbi della memoria;
  • disturbi della concentrazione;
  • deterioramento della funzione mentale;
  • disturbi visivi a breve termine.

La gravità dei sintomi della bradicardia in generale dipende dall'intensità dei disturbi emodinamici.

La frequenza cardiaca ridotta influisce sull'attività cerebrale. A causa della violazione della funzione contrattile del miocardio, si sviluppa ipossia (fame di ossigeno), con conseguente comparsa di convulsioni e svenimenti (prodromo di Morgagni-Adems-Stokes). La loro durata può variare da pochi secondi a 1 minuto.

Tali attacchi, concomitanti bradicardia, sono considerati i più pericolosi, perché sono carichi di arresto respiratorio improvviso. Pertanto, quando si verificano tali sintomi, il paziente deve ricevere un aiuto di emergenza.

Qual è il pericolo della malattia?

Se la diminuzione della frequenza cardiaca è insignificante, allora non sopporta alcuna minaccia per la salute. Tuttavia, un impulso costantemente abbassato può indicare l'inizio dello sviluppo di una malattia ed è abbastanza probabile che questa malattia colpisca il cuore. Anche se non è raro e bradicardia causata da attività compromessa di altri organi (ad esempio, la ghiandola tiroidea).

Con l'intensa severità della bradicardia sinusale, la probabilità di arresto cardiaco improvviso aumenta in modo significativo. Tale deviazione è accompagnata non solo da un deterioramento dell'attività contrattile del miocardio, ma anche da frequenti stati di svenimento. Se la malattia acquisisce un decorso maligno che minaccia la vita del paziente, si consiglia l'installazione di un pacemaker.

Diagnostica

La bradicardia, che non è accompagnata da un quadro clinico grave, può essere rilevata per mezzo di un ECG. Se il paziente ha segni di una tale deviazione, il medico può sospettare la sua presenza durante l'intervista. Per confermare le tue preoccupazioni, il medico può misurare il polso del paziente.

Sulla base della storia e dell'esame iniziale raccolti, un cardiologo (o uno specialista con un profilo diverso, a seconda del motivo della diminuzione della frequenza cardiaca), può ordinare:

  1. ECG. Sull'elettrocardiogramma, una diminuzione della frequenza cardiaca a meno di 60 battiti al minuto. Parallelamente, viene registrata la sindrome di debolezza del nodo del seno o del blocco. Insieme a bradicardia, è possibile rilevare anche ischemia miocardica e ipertrofia atriale o ventricolare.
  2. Monitoraggio giornaliero dell'ECG utilizzando un dispositivo speciale - holter. L'essenza del suo lavoro sta nel fatto che a intervalli regolari (ad esempio, ogni 15, 30 o 45 minuti) rimuove l'indicatore ECG e registra i risultati sulla memoria interna. Durante la decodifica dei dati dal dispositivo, il medico sarà in grado di capire se sono stati registrati casi di bradicardia e, in caso affermativo, a che ora.
  3. Ultrasuoni del cuore. La procedura diagnostica aiuta a valutare la funzione contrattile del miocardio e ad identificare cambiamenti strutturali nel cuore che possono portare alla bradicardia (e non solo).
  4. Un test di esercizio che aiuta a determinare le capacità adattive del corpo durante l'attività fisica. Il più delle volte ricorrere all'ergometria della bicicletta e al test del tapis roulant.
  5. Studi elettrofisiologici Viene eseguito prevalentemente in modo transesofageo. Tale manipolazione aiuta a innescare e correggere la bradicardia se ciò non fosse possibile con un ECG o monitoraggio giornaliero. Condotto nel caso in cui i risultati degli studi di cui sopra rientrino nel range di normalità, ma il paziente lamenta la presenza dei sintomi precedentemente elencati.
  6. Angiografia coronarica Questa procedura consente di studiare le condizioni delle arterie coronarie e di valutare la circolazione del sangue in esse, per determinare la loro pervietà e identificare le placche aterosclerotiche di sconfitta.
  7. Risonanza magnetica del cuore La procedura viene eseguita solo in base alle indicazioni e si propone di identificare le lesioni organiche dei tessuti cardiaci con la chiarificazione dell'ubicazione dei focolai patologici.

Come trattare la bradicardia?

Prima di iniziare il trattamento, è importante determinare con precisione la natura della malattia. Se la bradicardia ha cause fisiologiche, allora non ha bisogno di cure. Questo non si può dire sulla diminuzione patologica della frequenza cardiaca, che può essere pericolosa per la salute e la vita del paziente.

La stimolazione farmacologica del ritmo cardiaco può essere necessaria solo se vi sono altri sintomi caratteristici di questa condizione. La decisione di intraprendere attività terapeutiche viene presa da un terapeuta, da un cardiologo o da un altro specialista (a seconda della causa della violazione). L'autotrattamento in questo caso dovrebbe essere abbandonato, poiché è importante non eliminare il sintomo stesso, ma sradicare completamente la sua causa.

La bradicardia richiede un trattamento obbligatorio se il paziente ha:

  • vertigini;
  • pre-inconscio, che termina con sincope;
  • ipotensione;
  • frequenti attacchi di frequenza cardiaca ridotta;
  • disabilità temporanea;
  • patologie croniche, uno dei sintomi è la bradicardia;
  • impulso basso stabile (meno di 40 unità).

L'obiettivo del trattamento in tutti questi casi, soprattutto, è quello di mantenere una normale circolazione sanguigna e ridurre il rischio di complicanze. Di solito la terapia viene eseguita su base ambulatoriale.

Ma se si verificano gravi malattie cardiache o altri organi interni e sono accompagnati da bradicardia, il paziente potrebbe dover essere ricoverato in ospedale. Solo dopo questo esame aggiuntivo e lo sviluppo di un regime di trattamento viene effettuato.

Trattamento conservativo: quali pillole sono prescritte per la bradicardia?

La farmacoterapia è molto efficace nella lotta contro disturbi come la bradicardia. I farmaci medici normalizzano l'attività del cuore, stimolano la circolazione del sangue, prevengono l'insorgenza di altri sintomi e complicazioni.

Un punto importante nel trattamento farmacologico della bradicardia è l'aumento della frequenza cardiaca e l'aumento della pressione sanguigna, poiché tali misure sono necessarie per stabilizzare il processo di circolazione del sangue. Tutti i farmaci devono essere prescritti esclusivamente da un medico. L'uso improprio di farmaci può portare a gravi disturbi del ritmo cardiaco.

Inoltre, la bradicardia potrebbe essere un sintomo di un'altra malattia che il paziente non è in grado di riconoscere da sola. In questo caso, l'uso di farmaci che aumentano il polso, sarà inefficace o addirittura pericoloso (a seconda del motivo esatto per ridurre la frequenza cardiaca). Pertanto, l'automedicazione con l'uso di farmaci deve essere esclusa.

Elenco dei farmaci usati nella bradicardia:

Nome del farmacoAzione farmacologicaDose raccomandata
atropinaQuesto farmaco appartiene al gruppo di anticolinergici. Interferisce con l'eccitazione di un sistema nervoso parasimpatico. Il tono del nervo vago si restringe e la frequenza cardiaca aumenta.0,6 - 2,0 mg 2 - 3 volte al giorno. Viene somministrato per via endovenosa o sottocutanea.
isoprenalina
(I.V.)
Questi farmaci sono tra gli analoghi dell'adrenalina. Accelerano e rafforzano la frequenza cardiaca attraverso la stimolazione dei recettori adrenergici nel miocardio e l'aumento del tono del sistema nervoso simpatico.2 - 20 mcg per 1 kg di peso del paziente al minuto fino a quando la frequenza cardiaca si stabilizza.
Isoprenalina dentro
(sotto forma di pillola)
Da 2,5 a 5 mg da 2 a 4 volte al giorno.
izadrin
(I.V.)
0,5 - 5 mcg al minuto per stabilizzare la frequenza cardiaca.
izadrin
(sottolutamente sotto la lingua)
2,5 - 5 mg per completare il riassorbimento 2 - 3 volte al giorno.
eufillinQuesto farmaco appartiene al broncodilatatore (bronchi dilatatori) significa, ma ha molti effetti che sono utili nella bradicardia. Aumenta e aumenta la frequenza cardiaca e migliora anche l'erogazione di ossigeno ai tessuti.240 - 480 mg per via endovenosa, lentamente (non più veloce di 5 minuti), 1 volta al giorno.

Devi prendere la medicina se necessario, cioè con lo sviluppo di un altro attacco di bradicardia. A volte un medico può raccomandare di assumere questi farmaci per un certo periodo di tempo - una settimana, un mese, ecc.

Se la bradicardia è secondaria, al paziente possono essere somministrati altri farmaci. La scelta del farmaco dipende dalla causa della malattia. Ad esempio, in caso di patologie della ghiandola tiroidea viene effettuata la terapia ormonale, finalizzata alla normalizzazione della produzione di sostanze biologicamente attive da parte dell'organismo. Non appena viene identificata ed eliminata la causa principale della bradicardia, la frequenza cardiaca rallentata dovrebbe riprendersi da sola.

Rimedi popolari

Per combattere singoli attacchi o alleviare stati acuti di bradicardia, vengono usati questi mezzi di medicina tradizionale:

  1. Infusione di acqua immortale. 20 g di erba secca versano 0,5 litri di acqua bollente e insistono in un luogo buio per diverse ore. Versare in una bottiglia con dispenser e prendere 20 gocce 2 - 3 volte al giorno. Non bere medicine la sera, dopo le 19.00.
  2. Un decotto di cestini dell'imbracatura 100 g di materia prima secca versare 1 litro di acqua bollente e far bollire a fuoco basso per 10 - 15 minuti. Coprire e insistere un'altra mezz'ora. Preparare brodo fresco, filtrare e bere 15 ml prima di ogni pasto.
  3. Infuso di alcool della magnolia cinese. 1 parte dei frutti freschi della pianta versa 10 parti di alcool o vodka di alta qualità. Insistere in un luogo buio in un contenitore di vetro per un giorno, quindi filtrare. Il medicinale finito nella quantità di 5 ml deve essere aggiunto al tè o acqua bollita. Bere 2-3 volte al giorno. È permesso aggiungere miele o zucchero alla bevanda.
  4. Un decotto di foglie di achillea. 20 g di piante di erbe secche preparare un bicchiere di acqua bollente e far bollire per 10 minuti. Insistere per raffreddare e filtrare. Assumere 10 - 15 ml 3 - 4 volte al giorno.

Stile di vita

La bradicardia facile, che non influisce negativamente sulle condizioni generali di una persona, non richiede importanti cambiamenti nello stile di vita. Basta mangiare bene, eseguire uno sforzo fisico fattibile e bilanciare le modalità di lavoro e riposo.

Se la condizione è più grave ed è accompagnata da attacchi di MEA, è necessario evitare lo stress e il sovraccarico fisico.

Riducendo la frequenza cardiaca in ogni caso sarà utile nell'uso del cibo:

  • noci;
  • paste di limone, miele e aglio;
  • decotto di achillea.

Questi prodotti hanno un effetto benefico sulla funzione contrattile del miocardio, migliorandolo notevolmente.

I pazienti con malattie cardiovascolari hanno bisogno di abbandonare cattive abitudini e seguire una dieta a basso contenuto di calorie. È importante fare regolarmente passeggiate all'aria aperta, praticare sport concentrandosi sull'esercizio cardiovascolare (se non ci sono controindicazioni).

Con la bradicardia nelle donne in gravidanza, la capacità di sopportare e dare alla luce un bambino dipende direttamente dalla causa del disturbo. La bradicardia leggera non influisce negativamente sul rifornimento di ossigeno del feto. Se una donna incinta prende farmaci, deve assolutamente discutere la possibilità di continuare la terapia con il proprio medico.

Previsione per la vita

La bradicardia fisiologica e lieve ha proiezioni favorevoli. Se questa condizione è provocata da patologie, la prognosi dipenderà dal risultato del trattamento della malattia di base, dal suo corso generale e dalla sua gravità.

Ad esempio, la TOS con ipotiroidismo aiuta a mantenere normali livelli di ormoni tiroidei nel corpo. In questo caso, la frequenza degli attacchi di bradicardia è significativamente ridotta. Pertanto, le proiezioni dei pazienti sono migliorate.

Per i pazienti con insufficienza cardiaca allo stadio terminale, la prognosi è scarsa. Ciò è dovuto non solo al corso della patologia stessa, ma anche all'impossibilità di eseguire un'operazione per impiantare un pacemaker.

Prevenzione

Per prevenire lo sviluppo e la ricorrenza di bradicardia, è necessario:

  • trattare tempestivamente e completamente patologie organiche del cuore;
  • impegnarsi nella prevenzione e terapia delle malattie extracardiache che possono provocare una diminuzione della frequenza cardiaca;
  • è corretto, e solo con il medico curante selezionare farmaci che normalizzano il ritmo cardiaco e prenderli rigorosamente secondo lo schema sviluppato dal medico;
  • eliminare gli effetti sul corpo di fattori che scatenano disturbi nell'attività miocardica.

Si tratta di regole molto semplici, che consentono di ridurre il rischio di bradicardia e di eliminare lo sviluppo di complicazioni.

Lascia Il Tuo Commento